Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Golf, PGA Tour: Francesco Molinari al Wells Fargo Championship

molinari

Il torinese a Charlotte (Usa) in un evento che vedrà in gara tanti campioni internazionali

  • a
  • a
  • a

L’atteso ritorno in gara di Francesco Molinari che, a Charlotte (North Carolina, Usa), dal 6 al 9 maggio sfiderà, tra gli altri, quattro tra i migliori cinque golfisti al mondo al Wells Fargo Championship, evento del PGA Tour. E poi, negli stessi giorni, il Canary Island Championship, terza e ultima tappa consecutiva dell’European Tour alle Canarie con sei azzurri. Quindi un altro evento in Sudafrica (date identiche), la Dimension Data Pro-Am – evento in combinata tra Challenge Tour e Sunshine Tour - con cinque giocatori italiani impegnati a George, cittadina quasi a metà strada fra Città del Capo e Port Elizabeth. Settimana di appuntamenti importanti in giro per il mondo per molti dei protagonisti del golf tricolore.

 

PGA TOUR, FRANCESCO MOLINARI AL WELLS FARGO CHAMPIONSHIP  Un mese dopo il difficile ultimo giro al “The Masters” Francesco Molinari sarà tra i protagonisti del Wells Fargo Championship. Al Quail Hallow Club il torinese punta a riscattare le ultime tre apparizioni che si sono concluse con due uscite al taglio (Arnold Palmer Invitational e THE PLAYERS Championship) e il 52/o posto ad Augusta. Ma nei primi 7 eventi giocati nel 2021 il piemontese ha collezionato anche tre Top 10 (due volte ottavo al The American Express e al The Genesis Invitational, e decimo al Farmers Insurance Open). A Charlotte “Laser Frankie” giocherà i primi due round della competizione con gli americani John Bradley Holmes (vincitore nel 2014) e Patton Kizzire.

 

Quanti campioni a Charlotte  Quattro tra i migliori cinque, dieci tra i “best” quindici. Field di assoluto livello negli Stati Uniti dove l’assente eccellente sarà Dustin Johnson, numero 1 mondiale. Tra le stelle anche gli altri top player del ranking. Da Justin Thomas (numero 2) a Jon Rahm (terzo), da Xander Schauffele (quarto) a Bryson DeChambeau (quinto). Ma tra i più attesi ecco poi anche Patrick Reed (settimo), Webb Simpson (nono), Viktor Hovland (undicesimo), Patrick Cantlay (dodicesimo), Tony Finau (tredicesimo) e Rory McIlroy. Gara importante per il nordirlandese McIlroy, vincitore del torneo nel 2010 e 2015, scivolato al quindicesimo posto del ranking mondiale (peggior risultato dal novembre 2009 quando era 17/o). Dopo le buone prove offerte al WGC-Workday (sesto) e all’Arnold Palmer (decimo) il 32enne di Holywood – che in questo torneo vanta il record di punteggio dopo 18 e 72 buche, ma anche il più ampio margine di vittoria (7 colpi) realizzato nel 2015 – è uscito al taglio al THE PLAYERS come al The Masters con un 28/o posto al WGC-Match Play.