Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Sir volley, obiettivo su Rok Mozic

mozic

Il giovane sloveno destinato a Perugia per rinforzare il reparto schiacciatori

Luca Mercadini
  • a
  • a
  • a

Se la casella allenatore è ormai stata sistemata, di movimento ce ne è tanto in posto quattro. Leon guida la batteria dei schiacciatori ricevitori e, come più volte ricordato, resterà a Perugia nonostante le sirene di mercato. Italiane, soprattutto russe. Ma l’asso cubano che ha ancora un altro anno di contratto ha più volte espresso la volontà di rimanere a casa Sir per vincere qualcosa di importante. Con lui c’è Oleh Plotnytskyi che potrebbe avere richieste e questo può influenzare il mercato. Dalla Polonia piomba, poi, la notizia dell’interessamento di Perugia per Semeniuk, come riportato da Tvsport, ma sulla questione Sirci frena: “Non credo sia ancora pronto per il campionato italiano, ci interessa Grbic, non Semeniuk”, ha tagliato corto il presidente della Sir Saferty Conad a proposito dell’interessante martello dello Zaksa autore di una buona prova anche nella finale di Champions con Trento. 

 


Chi interessa di sicuro, invece, è un giovane talento sloveno di 21 anni. Rock Mozic che ha vinto lo scudetto nel suo Paese con la maglia del Maribor e da tempo i Block Devils lo stanno osservando. Di lui si dice un gran bene, è il giocatore più giovane della nazionale e ha percorso con propfitto tutta la trafila delle giovanili fino ad approdare con la squadra maggiore allenata da Alberto Giuliani dal 2019. Ha un passato anche come giocatore di beach volley e nella stagione 2018-19 si è distinto nel torneo regolare del campionato sloveno come miglior marcatore. “Ci sono molte offerte, a cominciare dal grande campionato italiano”, ammette Rock Mozic intervistato da siol.net: “E’ probabile che venga presa a breve una decisione sul mio futuro. Spero e credo che prenderò quella più giusta”. Il riferimento è proprio al campionato italiano che segue e apprezza da sempre: “Fin da giovanissimo, sogno e dico che mi piacerebbe diventare un giocatore professionista di pallavolo per giocare in Italia. Sono molto vicino a questo obiettivo”, facendo ben capire come il futuro in Superlega è ormai a un passo e la destinazione più probabile è quella di Perugia che è ormai da tempo sulle sue tracce: “Sto imparando l’italiano. Sarà più facile apprenderlo una volta che verrò in Italia. Adesso vado in Nazionale dove gli allenatori sono italiani, penso che mi aiuterà a fare dei progressi”, chiosa il giovane Mozic prossimo a coronare il suo sogno.

 


Con Mozic l’altro obiettivo di posto quattro resta Francesco Recine, figlio del direttore sportivo di Perugia ma con un contratto in mano a Piacenza. Operazione tutt’altro che facile visto che la Gas Sales non intende disfarsi del giocatore nonostante il ruolo sia più che assortito. C’è poi la posizione del brasiliano Lucarelli che potrebbe essere in uscita da Trento. Posizione che va parametrata a quella di Plotnytskyi e chissà, forse anche a quella di Semeniuk dove Sirci però è stato chiaro.