Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Diego Falcinelli, l'attaccante perugino campione di Serbia con la Stella Rossa

Nicola Uras
  • a
  • a
  • a

Dopo la retrocessione la rinascita: Diego Falcinelli campione della Serbia. L'attaccante perugino, che lo scorso agosto fu protagonista della retrocessione in Serie C del Perugia, ha festeggiato con la Stella Rossa la vittoria del massimo campionato serbo. Si tratta del quarto campionato consecutivo vinto dal club di Belgrado, allenato da Dejan Stankovic ex centrocampista di Lazio e Inter. Per Falcinelli la Superliga serba è il primo trofeo della sua carriera.

 

 

Falcinelli - nato a Marsciano, 29 anni - è cresciuto nel settore giovanile della Pontevecchio, dopo una parentesi negli Allievi dell'Inter (vittoria dello scudetto di categoria), il passaggio al Sassuolo, i prestiti e le stagioni con Foligno, Juve Stabia e Sassuolo, poi il Perugia (14 gol in B nel 2014/2015), ancora Sassuolo in A, poi Crotone (13 gol in A, 2016/2017), di nuovo Sassuolo, Bologna, Fiorentina, ancora Perugia, e adesso la Stella Rossa. Club in cui Falcinelli è tornato bomber. 

 

 

Eppure anche l'inizio a Belgrado sembrava nato sotto una cattiva stella. L'esordio era coinciso infatti con l'eliminazione - con rigore sbagliato annesso dell'attaccante ex grifone - in Champions League. Poi i primi gol e un ruolo da protagonista. Lo score stagionale lo ha visto tornare in doppia cifra. I gol realizzati sono stati 13: 9 in campionato (in 19 partite), poi 2 in Coppa di Serbia e 2 in Europa League. Ma la stagione non è finita. Dopo la vittoria per 1-0 contro il Vojvodina che è valsa il titolo nazionale in campionato, Dieguito potrebbe alzare al cielo un secondo trofeo: il 25 maggio al Maracana di Belgrado il derby con il Partizan vale la coppa nazionale.