Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Volley A femminile, Giovi resta alla Bartoccini

mazzanti e giovi Foto:  Lollini

L'ex libero perugino ora è in nazionale con Mazzanti

  • a
  • a
  • a

 

Il cammino verso la prossima stagione prosegue verso alcuni punti fondamentali con cui dare continuità al progetto di crescita della Bartoccini Fortinfissi Perugia, in virtù di questo Andrea Giovi continuerà ad essere a disposizione della guida tecnica in "maglietta nera" non prima però di aver dato man forte a coach Mazzanti come sparring in questi giorni nel ritiro azzurro di Cavalese, una chance che darà al perugino l'opportunità di tornare a respirare l'aria dell'alta quota azzurra già provata nella sua carriere atletica oltre a quella non da poco di poter apprendere dai migliori tecnici del paese.

 


Ed è proprio da Cavalese che Andrea Giovi commenta questa sua conferma. "Quando il presidente Bartoccini mi ha chiamato con l'intenzione di voler continuare la nostra collaborazione sono stato molto contento, questo sicuramente vuol dire che il contributo che ho dato la scorsa stagione è stato apprezzato e questo mi rende felice, ovviamente è un segno di continuità con il percorso di crescita che la squadra vuole continuare, per me è importante poi perché posso farlo nella mia Perugia e questo mi coinvolge a maggior ragione, perché non è sempre scontato". Le qualità di Giovi sono state apprezzate anche da coach Mazzanti che lo ha chiamato come sparring partner delle sue "ragazze terribili" nel ritiro di Cavalese. "In questa prima fase del ritiro, il coach aveva bisogno di una mano per coprire alcuni ruoli come sparring delle ragazze e sono stato ben felice di dare il mio contributo, per me è un'occasione di crescita che vale oro perché qui si respira volley tutto il giorno, inoltre avrò modo d'imparare anche dagli altri tecnici che seguono il lavoro delle nazionali, sto crescendo molto sia dal punto di vista professionale che personale".

 



Un commento sulle prime mosse di mercato e sul progetto d'insieme della società. "A mio avviso la società si sta muovendo bene sul mercato non era facile ottenere un risultato come l'arrivo di Valentina Diouf avendo iniziato a muoversi sul mercato dopo la fine della stagione, è stata una scelta coscienziosa sulla base di un progetto che non pensa solo nell'immediato ma guarda al futuro, cosa di cui ho avuto la controprova anche nel mio caso visto che sarò legato alla società per almeno due anni, dovremo lavorare molto per costruire con il fine di raggiungere gli obiettivi che ci siamo prefissati. Come ha già detto il presidente dovremo fare un passo alla volta crescendo di volta in volta, questa è una filosofia in cui mi rispecchio pienamente, sicuramente non sarà facile ma ce la metteremo tutta per crescere al meglio, sperando di poter rivedere presto anche il pubblico, perché sappiamo che Perugia ha sempre risposto positivamente quando si è riusciti a coinvolgere ed appassionare le persone".