Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Imolese-Gubbio 1-0, espulso Signorini: fuori dai play off

imolese-gubbio 1-0 Foto:  simone grilli

Nella ripresa rossoblù in 10, Pellegrini colpisce una traversa e sfiora il pari per altre quattro volte

  • a
  • a
  • a

Ancora una sconfitta per il Gubbio che vede così allontanarsi le chance di play off. A Imola finisce 1-0 e la gara si decide nel primo tempo. Dopo 6 minuti Malaccari si incunea in area dalla sinistra e rimette al centro un retropassaggio, ma la difesa imolese libera. La risposta dell’Imolese all’8 con un angolo e una sponda di testa con la palla che attraversa tutta l’area di porta. Poi il vantaggio dell’Imolese al 21’: Provenzano su punizione infila il sette alla sinistra di Zamarion. Al 31’ il Gubbio si fa rivedere in area di rigore con un’uscita a vuoto di Siano, ma la difesa emiliana libera. In chiusura di tempo Zamarion sbaglia il tempo dell’uscita su Tomassini che tira, sulla linea salva Uggè. Primo tempo Gubbio non pervenuto. 

 

Si ricomincia con un tiro di Gomez dopo un minuto e parata di Siano sul palo corto. La squadra sembra svegliarsi. Al 4’ è Pellegrini che sfiora il gol con un tiro a giro, ma un colpo di testa di un difensore alza sopra la traversa. All’8’ Torrente cambia: richiama Malaccari e mette dentro Hamlili, toglie Formiconi e inserisce Fedato con Oukhadda che va a fare il terzino. Non ha molte ambizioni un colpo di testa di Gomez al 14’: la palla è alta sulla traversa. Al quarto d’ora gol annullato al Gubbio per fuorigioco.

 

La partita si fa tutta in salita quando al 17’ Signorini si fa buttare fuori per fallo da ultimo uomo su Tomassini: Gubbio in dieci. Al 23’ ci prova Pellegrini, ma Siano respinge. Minuto 32’: Oukhadda da fuori, Siano respinge. Tre minuti dopo ci prova Tomassini, Zamarion in due tempi. Sfiora il raddoppio Tomassini al 37’, ma la conclusione è fuori. Siano si supera al 39’ su colpo di testa di Pellegrini. Ultima azione con una mischia in area, una traversa di testa di Pellegrini, e un batti e ribatti a un metro dalla linea di porta con la palla che non vuole entrare. Ed esce anche al 47’ l’ultimo diagonale di Pellegrini. Game over.