Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Atalanta-Bologna 5-0, gol e highlights: manita bergamasca, il miglior attacco del campionato | Video

  • a
  • a
  • a

L'Atalanta dopo il mezzo passo falso all'Olimpico di Roma, torna al successo e lo fa a modo suo: 5-0 rifilato al malcapitato Bologna, nel posticipo di domenica 25 aprile valevole per la 33esima giornata di campionato di Serie A. Con questi tre punti gli orobici balzano a 68 punti, al secondo posto, a -11 dall'Inter ormai lanciatissima verso lo Scudetto. Per la squadra di Gasperini tuttavia la solita giostra del gol: a segno Malinovskyi, Muriel su rigore, poi nella ripresa, dopo l'espulsione di Schouten, in rete Freuler, Zapata e Miranchuk. I nerazzurri sono ora il miglior attacco, con 73 centri realizzati. Tre punti d’oro in chiave qualificazione alla prossima Champions League per i bergamaschi, che lanciano un chiaro messaggio alle avversarie dirette. In avvio il Bologna imita l’Atalanta nel modulo e nell’aggressività, costruendo due chance con Skov Olsen. L’Atalanta cresce col passare dei minuti e sblocca il match al 22’.

 

 

Malinovskyi e Muriel triangolano che è una meraviglia, il colombiano mette in porta l’ucraino con un tacco magico e l’ex Genk infila Skorupski. Luis Muriel è scatenato e un minuto dopo centra il palo esterno dopo aver ubriacato di finte Antov e Soumaoro. La Dea è incontenibile e raddoppia prima dell’intervallo: Danilo stende Romero in area e dal dischetto Muriel fa 19 gol in campionato.

 

 

A inizio ripresa Schouten entra con il piede a martello su Romero e si prende il rosso diretto.

 

 

E così, forte della superiorità numerica, l’Atalanta dilaga: al 12’ Freuler si avventa sulla sponda di Zapata, supera Danilo e fa 3-0.

 

 

Due minuti dopo arriva anche il turno di Zapata, che trafigge Skorupski da due passi su assist di Malinovskyi.

 

 

Poi nel finale Gasperini pesca dalla panchina il jolly Miranchuk, che entra e completa la festa con un tiro da dentro l’area su tocco di Maehle.

 

 

Per l’Atalanta è un successo roboante. Una vittoria che vale, almeno per una notte, il secondo posto, in attesa del big match di lunedì 26 aprile tra Lazio e Milan.