Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Ravenna-Perugia 0-3: in gol Rosi, Bianchimano e Burrai. Grifoni in vetta per una notte

Nicola Uras
  • a
  • a
  • a

Ci pensa Aleandro Rosi a far sognare ancora la promozione diretta in B al Perugia. Il grifone segna il gol del vantaggio e confeziona uno splendido assist per il raddoppio firmando così la vittoria contro il Ravenna (0-3). E nelle prossime ore toccherà al Padova capolista, impegnato a Modena, e all'inseguitrice Sudtirol (a Trieste) replicare al Perugia che almeno per una notte torna in testa al campionato agganciando al primo posto proprio il Padova. Obiettivo centrato dunque per il Perugia anche se per quasi un'ora di gioco la formazione di Caserta ha sofferto tantissimo contro il fanalino di coda del campionato. Poi nella ripresa, complice anche qualche aggiustamento tattico, il guizzo sull'asse Elia-Murano che ha permesso a Rosi di sbloccare la partita che da quel momento è stata sempre sotto controllo per i grifoni.

 

 

Primo tempo orrendo quello del Perugia incapace di sviluppare gioco. Anzi sono i padroni di casa a essere pericolosi in tre occasioni. Due volte con Sereni - girata in diagonale al 14' e contropiede sventato da Minelli prima e Monaco dopo al 20' - e una con Ferretti il cui pallonetto dalla distanza trova abile Minelli a ritrovare la posizione ed evitare la beffa. Il Perugia fatica in mezzo al campo e così è costretto spesso e volentieri a scavalcarlo o ad affidarsi alla buona volontà di Falzerano che però pasticcia quasi sempre. L'unica occasione degna di nota alla fine della prima frazione con Negro che svetta di testa ma la sua deviazione si perde di poco a lato della porta (45'),

 

 

Nell'intervallo Caserta aggiusta il Perugia, arretra Vanbaleghem in difesa e sistema la squadra con il 3-4-2-1. I grifoni trovano meglio gli spazi in campo e qualcuno esce dal torpore del primo tempo. Come Elia, mai in partita, che al 54' sgasa sulla destra, il suo cross pesca Murano abile nella deviazione aerea, Tomei con un balzo miracoloso respinge ma Rosi è una furia arrivando prima di tutti ribadendo in rete la palla per il vantaggio dei grifoni (1-0). Il Perugia non si accontenta e spinge ancora: al 74' Rosi salta un avversario e confeziona un crosso al bacio per Bianchimano che deve solo indirizzare la palla nello specchio della porta (2-0). Partita chiusa a cui però Burrai mette la ciliegina con la splendida punizione, a giro sopra la barriera, per il 3-0 all'89'.