Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Inter vince e Conte punzecchia la Juve: "Gran cosa poterla spodestare". Bianconeri battono il Napoli

  • a
  • a
  • a

L'Inter vince 2-1 contro il Sassuolo e l'allenatore Antonio Conte vede sempre più lo scudetto. "Oggi noi abbiamo un obiettivo, non trascuriamo l’estetica ma la situazione è tale che l’importante è che arrivi lo scudetto. Se saremo noi a spodestare la Juve avremo fatto una grande cosa". È quanto sottolinea il tecnico dell’Inter, Antonio Conte, dopo il successo per 2-1 col Sassuolo che porta i nerazzurri a +11 sul Milan secondo. "L’estetica? L’Inter ha giocato delle ottime gare, il problema è uno solo: abbiamo fatto una Champions con anche ottime partite, alla fine il risultato è stato fuori dalla Champions e a nessuno è fregato del bel gioco", conclude l’allenatore pugliese ai microfoni di Sky Sport. 

 

 

"C’era da fare uno step se volevamo fare una stagione da protagonista, per diventare una pretendente per lo scudetto. Bisognava alzare la soglia di cattiveria in tutte le situazioni. Oggi abbiamo affrontato una squadra che ha pochissimo da chiedere al campionato: se fossimo stati più bravi e più cinici avremmo potuto sognare 5 o 6 gol in una partita così. Questa gara testimonia la nostra crescita. Con questo atteggiamento saremmo ancora in Champions League",  ha detto Antonio Conte L’allenatore salentino non nasconde le proprie emozioni: "Oggi c’era tanta tensione, mancano 9 partite - prosegue a DAZN - Ogni gara vale 6 punti per noi e per le inseguitrici. Ogni volta che vinciamo una partita mettiamo un mattone pesante. Stiamo cercando di far tornare alla vittoria la società. Da qui alla fine ci sarà pressione e il pallone peserà". Sulla filosofia della squadra invece: "La scorsa stagione ci prendevamo dei rischi importanti, a volte pagava e a volte no. Abbiamo preso tanti gol per quello e adesso stiamo cercando una via di mezzo, pressando alti ma prendendoci pochi rischi." In contemporanea la Juventus ha battuto in casa 2-1 il Napoli nello spareggio Champions.

 

 

"Sicuramente abbiamo lasciato troppi punti per strada per non esser stati abbastanza incisivi in gare abbordabili. Quando hai questo spirito, voglia di vincere e sacrificio alla fine porti a casa il risultato come stasera", ha commentato il tecnico bianconero, Andrea Pirlo. "Abbiamo scelto gli esterni larghi, lo abbiamo fatto bene, mi spiace solo che non abbiamo sfruttato la superiorità numerica nei contropiedi -prosegue il mister ai microfoni di Sky Sport-. Ho provato a inculcare il mio tipo di gioco ma per una serie di motivi non abbiamo mai avuto il tempo per lavorare arrivando alle partite un pò scarichi pensando fosse tutto facile, magari con le squadre sotto di noi in classifica. Abbiamo pensato di vincere le partite da singoli ma non si può mollare nulla in campionato", conclude.