Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Sinner, Miami Open 2021: sconfitto in due set da Hurkacz

  • a
  • a
  • a

Jannik Sinner perde la finale del Masters 1000 di tennis di Miami. Il tennista italiano è stato sconfitto dal polacco Hubert Hurkacz in due set. Una sfida decisa dalla solida prestazione dell'avversario che ha concesso poco a Sinner, niente nel suo turno di battuta dove è stato davvero implacabile. Buona, anche se non la migliore, la prestazione di Sinner che sia nel primo che nel secondo set si è trovato a dover rimontare la partenza a razzo di Hurkacz.

 

 

 Il 24enne polacco, numero 37 della classifica Atp, si è imposto con il punteggio di 7-6 (4) 6-4 in un’ora e 46 minuti conquistando il suo primo Master in carriera. Per il 19enne altoatesino si trattava della prima finale in carriera di un torneo di questo livello. È il quarto adolescente che si è giocato il titolo a Miami, il primo da quando Novak Djokovic vinse il torneo nel 2007.

Sinner come detto è partito male, cedendo il servizio al secondo game e scivolando fino allo 0-3. Sinner ha il merito di essersi mantenuto in partita e ha assunto progressivamente il controllo del gioco, con accelerazioni più frequenti.

 

 

L'azzurro ha preso quota e ha annullato il break, coronando la rimonta fino al 3-3 in 27 minuti. Hurkacz, meno mobile, si è aggrappato al servizio ma sul 5-5 non è riuscito a fermare il rovescio di Sinner. E' arrivato così il 6-5 a favore dell'azzurro. Il baby, però, incappa nel passaggio a vuoto proprio quando potrebbe chiudere il set: cede il servizio a zero, 6-6 e verdetto rimandato al tie-break. Hurkacz non sbaglia e chiude con lo score di 7-4. Sinner fatica anche in avvio della seconda partita, subisce 2 break consecutivi e si ritrova sotto 0-4. Quando il match sembra chiuso, l'azzurro torna in partita risalendo fino al 3-4 e poi fino al 4-5. Sul 30-30, Sinner sparacchia un dritto regalando il match-point che Hurkacz sfrutta chiudendo la sfida in 1h43'. Finisce cosìla partita con la grande partita del polacco e l'italiano che esce a testa alta.