Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Tennis, Atp Miami: Sinner prodigioso, vince e va in finale

  • a
  • a
  • a

Prodigioso Jannik Sinner. Il tennista italiano vola in finale al "Miami Open", primo Atp Masters 1000 stagionale, dotato di un montepremi pari a 4.299.205 dollari, che si sta disputando - combined con il Wta 1000 - sui campi in cemento dell’impianto dell’Hard Rock Stadium, in Florida. Il 19enne di Sesto Pusteria si impone per 5-7 6-4 6-4 sullo spagnolo Roberto Bautista Agut, settimo favorito del tabellone. Sinner affronterà uno fra Andrey Rublev e Hubert Hurkacz

 

 

"Finale in un Masters 1000? È incredibile. Sono contentissimo, la prima semifinale in un 1000 è difficile da giocare, Roberto è un giocatore solidissimo, è stata una dura battaglia anche due settimane fa e vincere oggi vuol dire tanto per me". Jannik Sinner esulta dopo il successo in tre set su Bautista Agut che a Miami gli spalanca le porte della sua prima finale in un 1000. "All’inizio eravamo tutti e due un pò tesi - aggiunge - Oggi non era facile giocare bene, ho cercato di servire bene, di muoverlo un pò, di mischiare un pò le carte e quella è stata la chiave".

 

 

"Jannik sta confermando il suo processo di crescita da tutti o quasi pronosticato. È un fenomeno, unisce colpi strepitosi a un equilibrio mentale davvero invidiabile. Può vincere questa settimana a Miami e con un pizzico di fortuna anche un torneo dello Slam già nel 2021. È pronto", aveva detto oggi prima della partita all’Adnkronos l’ex capitano di Coppa Davis, Corrado Barazzutti, in merito al futuro di Jannik Sinner. "È vero che in Florida non ci sono Djokovic, Nadal, Federer e Thiem e questo lo ha facilitato - prosegue Barazzutti -. Lo vedo comunque pronto sotto tutti i punti di vista per essere alla pari con questi fenomeni e in prospettiva prenderne il posto, visto che ha solo 19 anni e ha ancora dei margini di miglioramento. Mi aspetto di vederlo a novembre alle Atp Finals".