Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Cristiano Ronaldo, la fascia di capitano del Portogallo battuta all'asta a 64 mila euro: il ricavato per un bambino malato

  • a
  • a
  • a

La fascia di capitano di Cristiano Ronaldo finisce all'asta per beneficenza in Serbia e viene pagata da un anonimo acquirente per 64 mila euro. A darne notizia sono i media serbi. E così la fascia utilizzata da Cr7 durante il match di sabato scorso tra Serbia e Portogallo finita 2-2, diventa una fonte di ricchezza per curare un bambino gravemente malato.

 

La fascia era stata gettata dal portoghese dopo l’annullamento di un gol che avrebbe sancito la vittoria della sua squadra sui padroni di casa per il 3-2 finale per i lusitani; l’oggetto è stato poi raccolto da un vigile del fuoco, Djordje Vukicevic, ed è stato battuto all’asta con l’idea di aiutare un bambino di sei mesi, il piccolo Gavrilo Djurdjevic, affetto da atrofia muscolare spinale. Un risvolto positivo per un gesto di stizza e rabbia, avvenuto proprio nei minuti finali della partita valevole per la qualificazione alla prossima coppa del mondo di calcio, che si disputerà nel 2022 in Qatar, che aveva fatto il giro del mondo.

 

Suscitando anche riprovazione e condanna da parte del mondo sportivo, che ha considerato deplorevole il comportamento del capitano della nazionale lusitana, tanto più da parte di un campione "universale" ed esempio per i giovani, come è appunto Cristiano Ronaldo. L'attaccante della Juventus poi ha spiegato il suo gesto e la sua rabbia è stata compreso in ragione del fatto che il gol ingiustamente annullato sarebbe stato decisivo per la partita ma, soprattutto, era assolutamente regolare. E non sarebbe di certo stato annullato se ci fosse stato il Var o la goal line technology, come nella maggior parte dei campionati europei. Una tecnologia che, invece, non è stata ancora adottata per questa fase delle qualificazioni ai mondiali di calcio. La speranza, naturalmente, è che questo errore non si riveli decisivo per la partecipazione del rossoverdi.