Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Lazio, caos tamponi: la procura Figc chiede 13 mesi di inibizione per Lotito

Esplora:

  • a
  • a
  • a

Duecentomila euro di multa alla Lazio, 13 mesi e 10 giorni di inibizione al presidente Claudio Lotito e 16 mesi ai medici sociali Fabio Rodia e Ivo Pulcini. Sono queste Sono queste, da quanto si apprende, le richieste presentate dalla procura federale della Figc nel processo davanti al Tribunale nazionale federale per la violazione dei protocolli Covid

 

 

Il presidente Lotito e i due medici sono stati deferiti per non aver comunicato alle Asl competenti e non aver messo in isolamento otto giocatori positivi ai tamponi Uefa in occasione delle sfide di Champions col Bruges (28 ottobre 2020) e con lo Zenit San Pietroburgo (4 novembre 2020); per le medesime, presunte violazioni riguardanti Immobile, Leiva e Strakosha, positivi ai tamponi Uefa prima della partita con il Torino (1 novembre 2020); per l’inserimento infine in distinta di un giocatore positivo nella gara con la Juventus. Lotito, accusato di non aver provveduto a far rispettare o comunque non aver vigilato sul rispetto delle norme, la Procura ha chiesto una pesante inibizione di 13 mesi e 10 giorni. Se la richiesta dovesse essere confermata (comunque restasse superiore ai dieci mesi) il presidente decadrebbe immediatamente dalla carica di consigliere federale e sarebbe incandidabile in futuro.

 

 

Oltre alle accuse citate in precedenza, c'è da segnalare pure la mancata messa in quarantena dell’intero gruppo squadra secondo le procedure stabilite dal protocollo anti-Covid della Figc. Da segnalare come il Torino sia stato dichiarato "inammissibile" dal Tribunale federale della Figc, a seguito della richiesta del club granata di costituirsi come parte civile nel processo alla Lazio e a Lotito per violazione dei protocolli Covid. Non è detto comunque che la sentenza arrivi già nella giornata di venerdì 26 marzo. Il collegio del tribunale federale si riunirà al termine della fase dibattimentale in camera di consiglio per definire il pronunciamento, ma la discussione potrebbe protrarsi anche nel weekend.