Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Jannik Sinner in campo contro Gaston, ma a calcio si fa umiliare dall'amico Andrea Volpini | Video

Esplora:

  • a
  • a
  • a

Jannik Sinner debutta venerdì 26 marzo al torneo di Miami, primo Atp Masters 1000 stagionale, dotato di un montepremi di 4.299.205 dollari che si sta disputando sui campi in cemento dell'impianto dell'Hard Rock Stadium, in Florida. La testa di serie numero 21 del tabellone, appunto l'altoatesino, dovrà affrontare  il francese Hugo Gaston, che ha ricevuto una wild card, nel match valevole per il secondo turno. L'appuntamento è fissato intorno alle 19, con diretta su Sky Sport (canali 201 e 204 quelli che si occupano del torneo). Nella notte tra giovedì 25 e venerdì 26 marzo, il 19enne di Carrara, Lorenzo Musetti, si è sbarazzato al primo turno  con un duplice 6-4 dello statunitense Michael Mmoh, numero 181 del ranking, in tabellone anche lui grazie a una wild card. Per Musetti si tratta della prima vittoria in un Master 1000.   

 

 

Prossimo avversario il francese Benoit Paire, numero 33 dell'Atp e 23esima testa di serie. Nulla da fare, invece, per Thomas Fabbiano: il 31enne di San Giorgio Jonico, promosso dalle qualificazioni, ha ceduto 7-6 (5), 1-6, 6-3 allo sloveno Aljaz Bedene, numero 59 del ranking. Tornando a Sinner, Jannik ha pubblicato su Instagram un simpatico siparietto su un campo di calcio con l'amico Andrea Volpini, membro del suo staff tecnico. L'altoatesino e il suo allenatore hanno improvvisato un uno contro uno a porte piccole.

 

 

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Un post condiviso da Jannik Sinner (@janniksin)

 

In un primo momento Jannik ha superato in dribbling Volpini per poi realizzare il gol abbassandosi per colpire di testa e depositare in rete. Un gesto non proprio sportivo da parte di Sinner, che è stato subito punito dall'amico con un pallonetto mentre stava rientrando a difendere la porticina. Jannik ha pubblicato tutto su Instagram, ammettendo di essersi meritato la vendetta di Volpini. Sinner ha scritto anche nella didascalia: "Non esultare troppo presto", quasi un monito anche per il suo torneo di Miami. Venerdì 26 marzo la prima sfida.