Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Perugia, Novellino sulla volata finale: "Grifo superiore al Padova"

 novellino

L'ex giocatore e tecnico biancorosso: Falzerano e Melchiorri decisivi da qui al termine"

Carlo Forciniti
  • a
  • a
  • a

Consapevolezza nei propri mezzi. Coraggio e cattiveria. Sportiva, si intende. Armi essenziali, secondo Walter Novellino, per permettere al Perugia di continuare a puntare alla promozione diretta. Ancora di più se da qui alla fine del campionato sarà quello visto contro il Sudtirol. Che momento vive il Grifo? “Tutto sommato buono. Dopo Gubbio ha ricevuto troppe critiche. Sono convinto che può ancora dire la sua alla grande”. C’è il margine per puntare al primo posto? “E perché no? La qualità paga sempre. E Caserta è una garanzia. Poi, se il Perugia dovesse andare ai playoff, ha tutto per salire. Ma per quanto ha fatto domenica può ancora recitare una parte importante in campionato”. La vittoria con il Sudtirol non l’ha lasciata indifferente… “Ed è così. Il Perugia ha interpretato la partita nella maniera migliore possibile. E’ stato pratico come piace a me. Non ha subito un tiro in porta. Nella fase difensiva è molto forte. Monaco ha dimostrato una volta di più il proprio valore”.

 

Chi può essere decisivo per la volata finale? “Stravedo per Falzerano ma dico Melchiorri. Ultimamente è un  po’ in calo ma ha grandi potenzialità. Più in generale, potranno essere decisivi gli attaccanti che per vincere sono decisivi al pari della tenuta difensiva. E poi, può essere un fattore il gruppo. A Gubbio, i grifoni che erano in tribuna hanno fatto un grande tifo per i compagni. Un bel segnale”. Il Grifo è ora atteso da tre trasferte in una settimana… “E non c’è da preoccuparsi troppo. Se penso al Perugia di domenica ed a quello del primo tempo a Gubbio deve essere solo un po’ più cattivo ed essere convinto della propria forza”. L’avvicendamento in porta era nell’aria ma per un allenatore non deve essere una scelta facile. Conferma? “Non lo è. E’ un ruolo delicato ma sono certo che Caserta abbia motivato la sua scelta a Minelli e Fulignati. Domenica Minelli ha fatto bene. L’ho visto sereno e attento”.

 

Il Padova è superiore al Perugia? “No. Ha forse qualcosa in più davanti ma nel complesso credo che il Grifo sia superiore”. Tanti infortuni in una fase di calendario compresso. Tra i biancorossi ed il primato si è messa di mezzo anche un po’ di sfortuna? “Non parlerei di sfortuna, ma quando ci sono molti infortuni il lavoro settimanale ne risente”. La squadra può aver risentito anche delle frequenti contestazioni della tifoseria nei confronti del presidente Santopadre? “In parte sì. Capisco i tifosi, delusi per la retrocessione, ma la società ha un programma da portare avanti. Il presidente ha sempre agito in buona fede”. Nel girone del Perugia, la Sambenedettese vive un momento complicato. I tesserati hanno messo in mora la società… “Mi dispiace molto. Leggo che il Grifo potrebbe essere favorito se la Samb dovesse essere esclusa dal campionato ma bisogna guardare solo in casa propria”.