Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Ternana, 22 e 72 sono i numeri che portano in serie B

lucarelli Foto:  foto principi

Ventidue sono le vittorie e i gol subiti, settandue le reti realizzate e i punti totalizzati

Michele Fratto
  • a
  • a
  • a

Ambo secco sulla ruota di Terni. I numeri estratti sono 72 e 22. Nelle migliaia di statistiche confezionate e maturate dalla Ternana di quest’anno, due sono i numeri balzati agli occhi dopo l’ultima vittoria casalinga contro la Vibonese. Non tanto e non solo perché sono dati di tutto rispetto, ma perché a oggi viaggiano su binari paralleli in una continuità che dura da inizio stagione. Le congiunzioni astrali nel mondo del calcio.

 

Il primo numero estratto del quale parleremo è il 72. Perché dando uno sguardo alla classifica, è un numero che si ripete due volte nella prima casella del girone meridionale. Settantadue sono i punti conquistati fino adesso dalla formazione allenata da Cristiano Lucarelli, frutto ventidue vittorie, sei pareggi e una sola sconfitta nelle ventinove partite disputate. Ma settantadue sono anche i gol realizzati dalla macchina trita difese rossoverde, capace a colpi di cinquine e non solo di asfaltare qualsiasi reparto arretrato affrontato. Una congiunzione da tenere bene in mente, perché se è vero che con le difese si vincono i campionati, i tanti gol siglati da Partipilo e compagni hanno permessi più di una volta alle Fere di rimontare partite complicate, di congelarne altre o di assicurarsi la vittoria di misura, come successo domenica contro una Vibonese votata molto alla fase difensiva, venuta a Terni con lo scopo di strappare almeno un punto alla prima della classe. Missione della formazione calabrese ostacolata da una magia di Partipilo nella prima frazione. Ecco, proprio il barese nella stagione della personale consacrazione giuda la classifica capo cannonieri tallonato dal compagno di reparto Falletti. Due con la maglia rossoverde davanti a tutti: non poteva essere altrimenti considerata la soglia dei settanta gol superata solo da un’altra formazione in tutto il panorama dei maggiori campionati europei.

 

L’altro numero dell’ambo secco, il 22, lo si può ritrovare in due caselle che di solito vanno di pari passo. Ventidue sono, infatti, le vittorie conseguite dalla Ternana e i gol subiti da Iannarilli e compagni. Non un dato lanciato così a caso nel mucchio, ma un parallelismo che aiuta a capire meglio il successo delle Fere. Perché se lo spettacolo si basa sui gol, le vittorie si costruiscono partendo dal lavoro nelle retrovie, e non a caso oggi ci troviamo di fronte alla Ternana più vincente di tutti i tempi su singola stagione e della migliore difesa di tutta la Lega Pro (in coabitazione con Pro Patria, Padova e Alto Adige). Insomma, per la gioia dei tifosi delle Fere l’ambo secco sulla ruota di Terni si è materializzato. Ora non resta che aspettare per un’altra estrazione. Ma per quella si attende sempre la matematica.