Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Ternana-Vibonese 1-0, magia di Partipilo e +12 sull'Avellino

raicevic Foto: vannicelli

Campionato in ghiaccio dopo la 12esima vittoria che supera il record di Delneri e Tobia

Michele Fratto
  • a
  • a
  • a

Nella giornata delle cadute fragorose di Avellino e Bari, la Ternana doveva fare solo una cosa: vincere con la Vibonese. E così è stato. Le Fere escono dal prato del Liberati trascinati dalla magia di Partipilo nel primo tempo, mettendo in cascina un’altra di quelle vittorie di misura (1-0) che tanto piacciono a Cristiano Lucarelli. Una vittoria da padrona del proprio destino. Una vittoria da padrona del girone meridionale. Una vittoria per iniziare a vedere la linea del traguardo. Insomma, avrete capito che i tre punti di ieri pesano tantissimo nel rush finale. Pesano perché, in concomitanza con i risultati dagli altri campi, valgono doppio (Ternana con dodici punti di vantaggio sull’Avellino), e pesano perché ancora una volta si è vista una Ternana attenta, consapevole di poter tagliare quel risultato tanto agognato.

 

La gara del Liberati non è stata bella, non certo di quelle che si ricorderanno visto il calcio proposto dalla formazione di Lucarelli da inizio anno. Però sono quelle vittorie che lasciano il segno perché i campionati si vincono soprattutto alzando la saracinesca in faccia agli avversari, sapendo che prima o poi grazie ai grandi interpreti offensivi il gol per sbloccare il risultato può arrivare. È stata la vittoria anche della mentalità e del lavoro fatto da Cristiano Lucarelli nel giorni in cui la Ternana di quest’anno griffa un altro record, superando a quota 22 le vittorie conseguite in una stagione da Tobia e Delneri. Mai nessuno come la Ternana di oggi.

 

Tutto arrivato nel giorno del ricordo di Gianni Ortenzi, storico magazziniere delle Fere scomparso la settimana scorsa, con la società che prontamente ha voluto dedicargli uno striscione di saluto in tribuna con il lutto al braccio dei giocatori. Momento commovente, minuto di silenzio e le danze possono iniziare. La partita si decide al 25' del primo tempo quando Paghera (entrato al posto di Palumbo infortunato) imbuca Partipilo che firma il gol partita e la 22esima vittoria in campionato della Ternana.