Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Ternana a quota 71 reti, in Europa solo il Bayern ha segnato di più

ternana-bisceglie Foto: lapresse

In attesa di ospitare la Vibonese spuntano altri numeri prestigiosi per il carro armato di Lucarelli

Michele Fratto
  • a
  • a
  • a

Più esultanze che punti guadagnati. E di punti guadagnati non è che la Ternana ne abbia pochi. In attesa di ospitare la Vibonese (domenica 20 marzo) stavolta non è arrivata la cinquina, però le quattro reti rifilate a una difesa arcigna e ben organizzata come quella del Teramo hanno ribadito ancora una volta la potenza di fuoco dell’attacco rossoverde. Alla vigilia della gara con la Vibonese, le Fere entrano di diritto nel club delle squadre con settanta e più gol. Che poi più che club si può parlare di un duo. Le uniche due formazioni in tutta Europa, infatti, ad aver superato questa incredibile soglia sono il Bayern Monaco di Hans-Dieter Flick e, appunto, la Ternana di Cristiano Lucarelli. I panzer tedeschi e il carro armato rossoverde, autentiche macchine trita difese. Falletti e compagni mercoledì hanno raggiunto quota 71 reti nelle ventotto partite disputate. Ancora meglio i bavaresi con 74 in venticinque gare.

 

Gli altri, nel Vecchio Continente, inseguono tutti, dall’Inter di Lukaku (65 gol), al Manchester City totale di Pep Guardiola (64), fino al Paris Saint Germain di Mbappé e compagni (63). Se qualcuno nelle uniche due partite dove la Ternana ha tentennato dal punto di vista realizzativo ha avuto dubbi sulla tenuta offensiva, le risposte sono arrivate tutte dal Bonolis di Teramo. Contropiede, colpi di genio in area, soluzioni al volo dal limite dell’area, il repertorio sciorinato dalle Fere contro la squadra di Paci si è espresso nella sua totalità. Che sia il manto del Liberati o i campi da gioco nel girone meridionale, i rossoverdi riescono a scardinare i reparti difensivi avversari contando su qualità e quantità, visto l’apporto dato anche da chi, magari, non scende sul rettangolo dal primo minuto risulta essere decisivo ai fini della manovra espressa.

 

Un tornado che si abbatte in maniera quasi regolare in ogni turno, segnale di una squadra consapevole dei propri mezzi e trascinata dalla forza del collettivo. Perché l’attacco democratico è riuscito fino adesso a mandare in gol addirittura diciannove giocatori, creando una cooperativa della quale nessuno a oggi dispone. Non a caso, buttando l’occhio sulla classifica capo cannonieri del girone, svettano su tutti i gemelli del gol Falletti e Partipilo con ventotto reti totali equamente distribuite. Camaleontica, arcigna, coraggiosa e indomabile fino al fischio finale di ogni partita, sono tante le qualità sfoggiate dalla Ternana di quest’anno. Ma quel numero, quel 71 nella casella delle reti fatte non possono che far tremare gli avversari e ribadire, se mai ce ne fosse bisogno, la qualità della rosa rossoverde e il grande lavoro fatto dallo staff tecnico, Lucarelli in primis.