Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Tennis, Musetti impresa ad Acapulco: battuto Schwartzman. L'italiano in lacrime: "La mia miglior partita"

  • a
  • a
  • a

Lorenzo Musetti firma l’impresa nel primo turno dell'Abierto Mexicano Telcel di tennis, ATP 500 dotato di un montepremi di 1.053.560 dollari che si sta disputando sul cemento di Acapulco, in Messico. Nella notte italiana il diciannovenne di Carrara, numero 120 Atp, promosso dalle qualificazioni, ha eliminato per 6-3 2-6 6-4, dopo due ore e 22 minuti di lotta, l’argentino Diego Schwartzman, numero 9 Atp e terza testa di serie, recente vincitore del titolo nella sua Buenos Aires.

 

 

Nel primo set Musetti ha ceduto la battuta a zero nel quinto gioco ma ha reagito subito infilando quattro giochi consecutivi che gli hanno permesso di assicurarsi il parziale per 6-2. Altrettanto rabbiosa la risposta del 28enne di Buenos Aires che nel secondo set ha pareggiato il conto brekkando l’azzurro nel quarto e nell’ottavo gioco (6-2). Ma in avvio di frazione decisiva Musetti è ripartito alla grande strappando per due volte di fila la battuta al sudamericano (4-0): nel sesto gioco ha salvato due palle-break (5-1), ha fallito tre match-point in quello successivo, un altro nell’ottavo game con il sevizio a disposizione. L’argentino è riuscito a rifarsi sotto fino al 5-4 ma l’azzurro nel decimo gioco, anche con l’aiuto di tre ace, ha chiuso 6-4 al secondo match-point (il sesto complessivo).

 

 

"C’è molto lavoro, molto sacrificio e credo di avere le lacrime agli occhi", ha detto Lorenzo nell’intervista in campo dopo l’abbraccio a coach Simone Tartarini. "È stata la miglior partita che abbia mai giocato. Sono davvero orgoglioso di me stesso, ma ora lavorerò ancora di più e mi concentrerò sui prossimi match". A cominciare dallo statunitense Frances Tiafoe, numero 56 del ranking mondiale.  Avanti anche Fabio Fognini, n.umero 17 Atp e sesta testa di serie, al rientro nel circuito dopo gli Australian Open, che si è aggiudicato per 7-5 6-2, in poco meno di un’ora e mezza di gioco, il derby tricolore contro Stefano Travaglia, numero 68 Atp. Per il 33enne di Arma di Taggia si è trattato del primo successo sul 29enne di Ascoli Piceno che si era sempre imposto nelle due sfide precedenti, disputate al primo turno degli US Open nel 2017 e negli ottavi ad Umago nel 2019.