Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Perugia-Carpi 2-0, Murano e Minesso per tornare alla vittoria. Padova ko e primo posto più vicino

Corsa al primato riaperta, mercoledì turno infrasettimanale con il Grifo a Gubbio

Nicola Uras
  • a
  • a
  • a

 Una domenica apparentemente anonima si trasforma in quella regala una forte speranza al Grifo. Il Perugia torna alla vittoria superando 2-0 il Carpi, ma soprattutto il Padova cade pesantemente a Macerata contro il Matelica (4-1) e così - con una partita da recuperare con la Fermana - torna a -4 dal primo posto in classifica. E mercoledì di nuovo in campo per il turno infrasettimanale: il Perugia giocherà in trasferta a Gubbio.

 

 

Parte forte il Perugia alla caccia del gol che possa subito mettere in discesa la partita. Il protagonista principale è Melchiorri che tenta la via del gol in quattro occasioni (5', 11', 18' e 20') senza però la mira giusta. Il Carpi fa una miriade di errori tecnici ma è volenteroso, corre e appena può si propone. E sono proprio degli emiliani le occasioni più nitide: al 22' De Cenco chiama in causa Fulignati dopo la palla persa da Elia, poi è Lomolino a sfiorare la rete di testa. Poi il patatrac del Carpi al 35': punizione dalla lunga distanza di Moscati, il giovane portiere Rossi tenta la presa ma perde la palla e Murano è il più lesto di tutti a ribattere dentro la porta (1-0). Il Perugia non molla l'osso e ancora Murano sfiora il raddoppio al 38': l'attaccante fila via in contropiede e davanti a Rossi si produce in un bel tocco sotto ma il portiere devia quanto basta per alzare la palla che sbatte sulla traversa. Prima dell'intervallo ci riprova ancora Melchiorri ma Rossi stavolta si oppone bene.

 

 

Nella ripresa il forte vento, già presente da inizio partita, aumenta e spira contro il Perugia. I biancorossi faticano in fase di sviluppo dell'azione e la partita diventa un continuo batti e ribatti a centrocampo. Sino alla punizione vincente di Minesso al 68': bella parabola sopra la barriera dell'attaccante e Rossi battuto (2-0).