Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Parma Roma 2-0, gol e highlights. A segno Mihaila e Hernani

  • a
  • a
  • a

La Roma scivola al Tardini contro il Parma. Sconfitta per 2-0 per la squadra di Fonseca che viene condannata dalle reti di Mihaila e Hernani (su rigore). Una sconfitta quella dei giallorossi che rischia di pesare non poco nella corsa per i posti utili per la Champions League.

 

Primo brivido al 5' con una della azione della Roma. Pellegrini riceve un servizio basso. Tiro dal dischetto contrastato da Hernani, palla fuori. Il capitano giallorosso resta giù. Ma il check al Var dice che si può continuare. Al 9' doccia gelata per i giallorossi: lancio lungo per Man che brucia Bruno Peres e pesca Mihaila solo davanti a Pau Lopez per la battuta vincente. Al 17' i giallorossi provano a reagire con la coppia El Shaarawy-Dzeko. Il Faraone prova a inserirsi ma il Parma chiude poi la palla arriva a Dzeko che spara alto. Al 24' ci prova El Shaarawy con una volée di piatto dal limite. Centrale, Sepe blocca.  Tre minuti dopo punizione dal limite per la Roma. Ci prova Pellegrini, palla oltre la barriera, ma Sepe ci arriva in tuffo. Alla mezzora slalom di El Shaarawy e conclusione centrale che Sepe controlla.

 

 

I Ducali iniziano alla grande anche la ripresa. Parma a un passo dal 2-0 al 48'. Discesa di Pezzella sulla sinistra, ingresso in area e palla bassa per Man in mezzo. Tentativo di deviazione da pochi passi, ma Pau Lopez salva. Un minuto dopo discesa di Bruno Peres, la sua conclusione diventa un assist per Pedro. La deviazione dello spagnolo viene respinta da Sepe. La Roma spinge: El Shaarawy sfiora il palo dopo essere stato lanciato da Dzeko che sfrutta una brutta palla persa dal Parma in uscita. La Roma soffre le ripartenze del Parma e al 53' Ibanez stende Pellè in area. Rigore che viene realizzato da Hernani.

 

La Roma si riversa in avanti. Triplo cambio per Fonseca: dentro Carles Perez, Cristante e debutto per il classe 2001 americano Reynolds. Fuori Pedro, Kumbulla e Bruno Peres. Occasioni con il solito Mancini sugli sviluppi di un corner. Al 78' grande parata di Sepe sulla conclusione di Carles Perez. Ma il risultato non cambia più.