Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Morto Marvin Hagler. Addio alla leggenda del pugilato: aveva 66 anni

  • a
  • a
  • a

E' morto a 66 anni Marvin Hagler, leggenda statunitense della boxe. La notizia della sua improvvisa scomparsa è stata data dalla moglie Kay G. Hagler in un post su Facebook. "Mi dispiace di dover fare un annuncio molto triste. Oggi purtroppo il mio amato marito Marvelous Marvin è morto inaspettatamente nella sua casa nel New Hampshire. La nostra famiglia chiede di rispettare la nostra privacy in questo momento difficile", ha scritto in un post affidato al Fan Club dell'ex pugile. La causa ufficiale della morte non è ancora stata confermata.

 

Hagler è stato campione indiscusso dei pesi medi tra il 1980 e il 1987 e nel 1993 è stato inserito nella International Boxing Hall of Fame. Nella sua lunga carriera ha disputato 67 incontri ufficiali con 62 vittorie per ko, 2 pareggi e 3 sole sconfitte. Perse la corona dei pesi medi nell'aprile del 1987 in un incontro epico e molto discusso con Sugar Ray Leonard che fu poi inserito nella lista dei 100 più grandi combattimenti di tutti i tempi con titolo in palio. Il bilancio è stato di 62 vinte su 67 incontri, di cui 52 per ko, più tre perse e due pareggiate. Nel '93 fece il suo ingresso nella Boxing Hall of Fame. Gli ultimi anni li ha vissuti lontano dai riflettori, nella sua casa nel New Hampshire, dove è morto per cause non comunicate dalla moglie. Hagler era molto legato all'Italia, tanto che una volta appesi i guantoni al chiodo si trasferì a Milano e intraprese una breve carriera cinematografica (interpretò il personaggio di un marine nei film 'Indio' e 'Indio 2' e recitò al fianco di Terence Hill in 'Potenza virtuale'). Era tifoso della Sampdoria.

 

Hagler era nato il 23 maggio 1954 a Newark nel New Jersey, dove è cresciuto allevato solo dalla madre, A seguito delle sommosse accadute a Newark nell'estate del 1967, la famiglia di Hagler si trasferì a Brockton (Massachusetts), città natale di Rocky Marciano. Qui nel 1969 il giovane Marvin conosce l'arte del pugilato presso la palestra dei fratelli Petronelli. Nel 1973 Hagler diviene il campione nazionale per la categoria 165 libbre con la vittoria su Terry Dobbs di Atlanta. In quell'occasione Hagler viene nominato il miglior pugile del torneo, vincendo quattro incontri, due dei quali per Ko.Fu l'inizio della sua storica carriera.