Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Gubbio-Ravenna 3-1, i rossoblù vanno sotto poi dilagano

 gubbio-ravenna 3-1 Foto:  photostudio

Vittoria decisiva in chiave salvezza: +9 dai play out

  • a
  • a
  • a

Meno bello ma molto concreto, cinico, spietato. Comincia male il Gubbio contro il Ravenna, ma la mazzata del gol di Sereni su rigore, sveglia i rossoblù che pareggiano con Sainz Maza due minuti più tardi e pochi secondi prima della mezzora, sempre con lo spagnolo, alzano la freccia e vanno sul 2-1. Il Ravenna barcolla e dopo altri 120 secondi Pellegrini sfrutta un errore del portiere Tonti che cicca il rinvio e firma il 3-1 che sarà poi il risultato definitivo.

 

CINQUE TURNI POSITIVI

Sale a cinque il ruolino dei turni positivi e 4 punti nelle ultime due partite proiettano il Gubbio a meno 6 dai playoff e a più nove sui playout. Cosa questa che a dieci giornate dal termine (il Gubbio deve recuperare contro il Cesena) mettono i rossoblù nelle condizioni di guardare al futuro con moderato ottimismo. Sia perciò che riguarda la salvezza diretta che per alimentare qualche sogno da spareggi promozione, magari riuscendo ad agganciar il decimo posto. Ma guai a mollare, perché i conti si tirano alla fine.

 

LA TATTICA

Torrente disegna il Gubbio sempre sul 4-3-1-2 ma cambiano alcuni interpreti, qualcuno per condizioni fisiche e altri per questioni tattiche. In difesa, davanti a Zamarion, gioca la linea composta da Munoz a destra, Signorini e Ferrini centrali, Ingrosso sulla fascia sinistra. A centrocampo manca Hamlili alle prese con un piccolo guaio fisico. Non gioca Oukhadda ma Sainz Maza. In attacco Pellegrini al posto di Fedato fa coppia con Gomez. Il Ravenna decimato dal Covid e dalle assenze risponde con il 3-5-2. Gubbio a +9 dai play out e a -6 dai play off.