Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Caso Gnahore chiuso, anche il Coni respinge il ricorso della Ternana contro il Perugia

Gnahore contrasta Ledesma (foto Testa)

Nicola Uras
  • a
  • a
  • a

Anche il terzo capitolo “giuridico” della vicenda legata al tesseramento di Gnahore ha dato esito negativo al ricorso presentato dalla Ternana. La prima sezione del Collegio di Garanzia del Coni, a cui si era rivolto il club rossoverde dopo i ricorsi rigettati dal giudice sportivo e dalla corte d'appello della Figc, presieduta dall'avvocato Mario Sanino dopo l'udienza di ieri ha respinto il ricorso presentato lo scorso 24 aprile 2017 contro Figc e Perugia. La Ternana chiedeva la vittoria a tavolino del derby perso 0-1 al Liberati per la presunta posizione irregolare del centrocampista francese del Grifo che a gennaio aveva tesserato in prestito Gnahore in prestito dal Napoli dopo i precedenti trasferimenti, all'interno della corrente stagione sportiva, con Carpi e Crotone. I passaggi al Napoli sono stati considerati “tecnici” da tutti i gradi di giudizio interpellati, dando ragione all'operato del Perugia che aveva tesserato il centrocampista solo dopo l'ok dell'ufficio tesseramenti della federazione. Alla Ternana non resta che pagare oltre 4mila euro per spese di giudizio e accessori di legge.