Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Schwazer "senza gare fino al 2024": il comunicato della Federazione internazionale di atletica. Niente Tokyo

  • a
  • a
  • a

Alex Schwazer non potrà partecipare alle prossime Olimpiadi di Tokyo in programma in estate. La Federazione mondiale dell'atletica ha pronunciato il proprio divieto ufficiale.

 

 

"Schwazer non potrà partecipare a competizioni internazionali fino al 2024" ha annunciato in una nota la World Athletics, l’ex Iaaf, che dunque spegne sul nascere il sogno del marciatore azzurro di partecipare ai Giochi di Tokyo nonostante il tribunale di Bolzano abbia riconosciuto la sua innocenza nella lunga vicenda di doping che l’ha visto protagonista. "Rifiutiamo qualsiasi intento da parte dell’atleta o altre persone di minare o annullare la decisione finale e vincolante del Tribunale Arbitrale dello Sport (Tas), sulla base di quelle che possono essere descritte solo come teorie di manipolazione inverosimili", si legge in una nota del massimo organismo mondiale di atletica, che non commenta la decisione di un tribunale italiano e si allinea alla Wada, che nel pomeriggio aveva bollato come "sconsiderate e infondate" le ipotesi di un complotto contro Schwazer e il suo allenatore Sandro Donati.

 

Al fianco dell’altoatesino si era schierato il presidente del Coni Giovanni Malagò: "Come ho sempre sostenuto in questi anni, le sentenze non si commentano ma si rispettano. Al limite, quando non piacciono, si impugnano. Sono sinceramente dispiaciuto per quanto hanno vissuto in questi anni Alex Schwazer e quanti gli sono stati vicini, a cominciare da Sandro Donati. A tutti loro va la mia personale solidarietà e vicinanza". Schwazer ha vinto la sua battaglia, ma il sogno di conquistare il pass per Tokyo non diventerà realtà. La Wada nel pomeriggio era stata durissima: "Nel corso del dibattimento, la Wada ha fornito prove schiaccianti avvalorate da esperti indipendenti, che il giudice ha rigettato in favore di teorie prive di fondamento", ha scritto l’agenzia antidoping annunciando eventuali azioni legali quando tutto il provvedimento sarà analizzato. Insomma la vicenza Schwazer non è ancora terminata.