Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Pugilato, morto Leon Spinks. Strappò il titolo dei pesi massimi a Muhammad Ali

  • a
  • a
  • a

Se ne va un'altra leggenda degli anni d'oro del pugilato. E' morto a notte del 7 febbraio si è spento a 67 anni Leon Spinks, pugile che ha calcato il ring dagli anni '70 fino a metà degli anni '90. Si è spento a Las Vegas, da tempo combatteva con un tumore.

Iniziò a farsi conoscere alle Olimpiadi di Montreal nel 1976 dove vinse la medaglia d'oro nella categoria mediomassimi. Nel 1977 passò professionista e solo dopo 8 incontri gli fu concessa la possibilità di combattere per la cintura di campione del mondo dei pesi massimi allora detenuta da Muhammad Ali. Il 15 febbraio del '78 arrivò l'impresa, quando a 24 anni strappò il titolo di campione del mondo dei pesi massimi al trentaseienne Ali, vincendo ai punti in 15 round. Ma solo pochi mesi dopo, nel settembre '78, la rivincita di Ali, che batté Spinks e riconquistò per l'ultima volta il titolo. Dopo la prima vittoria con Ali Leon decise di sfruttare economicamente il titolo appena vinto. Infatti, nel match contro Ali il giovane sfidante aveva accettato una modesta borsa, pur di giocarsi il mondiale. Il giovane campione, che già prima del match contro Ali aveva sottoscritto l'impegno di affrontare Ken Norton in caso di conquista del titolo, decise di rifiutare quest'ultimo, a favore di un re-match contro Ali, rivincita che gli avrebbe avrebbe fatto incassare una borsa più sostanziosa.

Il suo regno durò pochi mesi. L'anno successivo fallì la possibilità di giocarsi il titolo lasciato da Ali. Spinks ebbe una nuova possibilità per il titolo mondiale dei massimi nel 1981, questa volta la versione Wbc contro Larry Holmes. Tuttavia anche questa volta non riuscì a ritornare campione, perdendo per Kot al terzo round. Il 22 maggio 1987 sul ring di Jesi, fu messo Ko al settimo round dalla medaglia di bronzo di Los Angeles 1984 Angelo Musone.