Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Alessandro Gaucci vuole il Perugia Calcio, incontro in Comune

  • a
  • a
  • a

Alessandro Gaucci vuole tornare in sella al Perugia. L’ex presidente biancorosso, figlio dello storico patron Luciano, ha incontrato l’amministrazione comunale che ha confermato l’interesse di Gaucci per la squadra della città.

 

Un incontro cordiale, che lo stesso Gaucci aveva chiesto da tempo”, scrivono da Palazzo dei Priori, “per conoscere di persona il sindaco e ringraziarlo assieme all’Amministrazione tutta, per la vicinanza mostrata  in occasione della scomparsa del padre Luciano, nei giorni successivi al primo febbraio 2020. Giorni in cui Alessandro, per impegni personali, non aveva potuto raggiungere Perugia. Durante l’incontro avvenuto nel tardo pomeriggio di giovedì 4 febbraio, Alessandro Gaucci ha confermato il suo attaccamento alla città e ha manifestato un interesse per la squadra di calcio, mai celato nel tempo. Interesse di cui l’amministrazione comunale non ha potuto che prendere atto, senza tuttavia entrare nel merito, trattandosi nella eventualità di una interlocuzione da intercorrere con la società. L’amministrazione comunale continua a seguire con interesse, attenzione e sostegno l’evolversi dell’attuale campionato di Lega Pro, apprezzando i risultati sin qui ottenuti dall’ AC Perugia Calcio con la speranza che riesca a centrare l’obiettivo di un pronto ritorno in serie B”.

 

 

 

Gaucci, secondo quanto si apprende, arriverebbe alla gestione del Perugia tramite una società disposta a investire sullo stadio, ma al momento non c’è stata ancora nessuna nuova offerta all’attuale proprietà dopo quella dello scorso anno

Figlio primogenito di Luciano e della di lui prima moglie Veronica del Bono, Alessandro è nato nel 1973.  Il padre nel 1991 rilevò il Perugia e poco dopo è entrato a far parte dell'organigramma del club (scalata dalla C1 alla serie A). Del Perugia è stato amministratore delegato dal 1994 al 2004, unico azionista dal 2003, e presidente nel 2004-2005. In qualità di dirigente dei grifoni, ha avuto il merito di scoprire e di portare in Umbria diversi calciatori fino a prima semisconosciuti e che si sono poi affermati, come il croato Milan Rapaić e il giapponese Hidetoshi Nakata.

Nel 1995, a Perugia ha fondato la Galex, azienda produttrice di abbigliamento sportivo, di cui è stato amministratore unico, e che è stata sponsor tecnico di numerosi club calcistici, tra cui lo stesso Perugia. Appassionato di boxe, ha praticato tale disciplina in ambito dilettantistico