Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Calciomercato Serie A: Rugani al Cagliari e Pellè al Parma. Scamacca resta al Genoa

  • a
  • a
  • a

All’insegna dei consueti colpi last-minute si chiude la sessione invernale di calciomercato. Anche quest’anno l’ultimo giorno ha regalato emozioni e sorprese di rilievo soprattutto nelle ultime ore. A partire dal ritorno in Italia di Daniele Rugani che si accasa al Cagliari dopo il prestito di 6 mesi al Rennes: l’affare si è concluso a ridosso delle ore 20, con il difensore di proprietà della Juventus che diventa un nuovo rinforzo temporaneo di Eusebio Di Francesco. Il Parma si è scatenato ed è in procinto di chiudere per il ritorno di Graziano Pellè, già nella stagione 2011/2012 in maglia emiliana: il contratto dell’ex centravanti della Nazionale dovrebbe essere firmato nelle prossime ore, ma non c’è fretta essendo svincolato.

 

 

Il presidente Krause ha ufficializzato altri due colpi di rilievo per D’Aversa: Mattia Bani, a titolo temporaneo fino al 30 giugno 2021 dal Genoa con diritto di opzione, e il giovane talento del Bayern Monaco Joshua Zirkzee, sempre in prestito con diritto di riscatto. Non c’è il Parma nel futuro prossimo di Gianluca Scamacca che rimane in prestito al Genoa dopo il lungo corteggiamento dei crociati e della Juventus. 

 

 

Rolando Mandragora è invece un nuovo giocatore del Torino. Depositato il contratto del 23enne centrocampista: la Juventus ha risolto il prestito con l’Udinese e ha girato Mandragora ai granata, sempre a titolo temporaneo ma con obbligo di riscatto. Ufficiale anche il passaggio di Sami Khedira all'Herta Berlino: il centrocampista tedesco lascia la Juventus dopo gli ultimi sei mesi ai margini del gruppo bianconero. La Roma ha ufficializzato l’accordo con la Mls per l’arrivo di Bryan Reynolds: la formula è quella del prestito oneroso (100 mila euro) con obbligo di riscatto condizionato al verificarsi di determinate situazioni sportive per 6,75 milioni di euro. L’accordo prevede anche il pagamento di un corrispettivo variabile, fino ad un massimo importo teorico di 5,65 milioni di euro, per bonus legati al raggiungimento di determinati obiettivi.