Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Sirci: "Noi i secondi in Europa". Zaytsev: "Vorrei tornare al mio ruolo"

Zaytsev premiato miglior attaccante (foto Testa)

Nicola Uras
  • a
  • a
  • a

Non c'è troppa delusione per la Sir Sicoma Colussi, ma la consapevolezza di aver dato il massimo in questa final four di Champions di volley. E di aver fatto un bella figura oltre che in campo, pure sugli spalti e a livello organizzativo.  "In questi due giorni abbiamo dimostrato che Perugia è la seconda squadra a livello europeo - racconta il presidente Sirci - ovviamente ne siamo orgogliosi e per questo è stata comunque una bellissima giornata, abbiamo comunque perso contro la migliore squadra d'Europa. Sono convinto che nella prossima stagione faremo di meglio, è la nostra volontà, quella dei nostri sponsor e quella della città. Faremo una squadra ancora più forte che magari riuscirà ad ottenere anche dei trofei, noi ci proveremo e riproveremo e magari succederà". "I ragazzi ci hanno provato - analizza il coach Bernardi - come anche nel terzo set, loro ci hanno messo una gran pressione con il servizio sin da subito, la loro fisicità e la grande qualità dei loro schiacciatori ci ha messo in difficoltà. Non voglio sminuire nessuno ma penso che giocatori come Leon, Anderson e Mikhailov il campionato italiano in questo momento non li ha, quindi giocarci contro è ancora più complicato".  Sul futuro ha detto la sua Zaytsev in tivù: "Mi piacerebbe tornare a giocare nel mio ruolo, ma è prematuro fare discorsi sul primo anno". Mentre Atanasjievic smonta ogni dubbio: "Ho ancora un anno di contratto. E poi con dei tifosi del genere dove vado? Sono spettacolari. Da Perugia non mi muovo".