Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Sir Conad-Consar Ravenna 3-1, Perugia alle final four di Coppa Italia

 atanasijevic Foto:  oreste testa

La squadra di Heynen soffre ma alla fine vince. A Bologna sabato c'è Trento

Luca Mercadini
  • a
  • a
  • a

La Sir soffre ma alla fine porta a casa la sua ottava final four di Coppa Italia negli ultimi nove anni. Con la Consar è stata più dura del previsto e c'è voluta tutta la rabbia della formazione di Heynen per vincere la resistenza dei ravennati in una battaglia durata due ore e 17 minuti. 
Perugia parte con Atanasijevic e Russo nello starting seven, Ricci e Ter Horst si sistemano in panchina. Ma fin dalle prime battute si vede che di facile non c'è nulla. Loeppky parte forte con tre punti, Bata risponde subito ma la ricezione di Perugia è in difficoltà. Ravenna si porta avanti fino al 9-13, i Block Devils recuperano sul filo di lana (23-23). La squadra di Bonitta ha tre set ball e alla fine chiude 27-25. L'attacco bianconero non punge, solo il 42% di efficacia.
Il secondo parziale si apre con Ricci in campo, ma ancora con Ravenna avanti. Il muro di Solè funziona e la Sir si porta sopra: 15-13. Ma dura poco, Recine risponde colpo su colpo ed è contro sorpasso: 15-17. Si va ancora ai vantaggi con l'argentino di Perugia protagonista in primo tempo. Finisce 26-24. Troppi errori in battuta dei Block Devils (9), ma il muro gira che è una meraviglia con 5 punti.
Il terzo set vede la solita partenza sprint dei bizantini (7-9). Ma stavolta entra in scena il servizio di Perugia con Plotnytskyi in vena di grandi colpi. Due ace e la Sir va avanti (13-11), poi tocca ancora a Recine ribaltare tutto (16-18). Si scatena Atanasijevic, Plotnytskyi si ripete dai 9 metri e Leon chiude con due ace: 26-24.
Il quarto game ha il solito incipit: i ragazzi di coach Bonitta partono di slancio e volano (9-5). La Sir si affida a Leon: due ace e lunga serie al servizio fino al 15-12. Ravenna si riporta in parità (20-20). Poi il finale è tutto del campione cubano con altre due battute vincenti fino all'ultimo colpo firmato Ter Horst: 25-20.
La Sir soffre ma vince e sabato all'Unipol Arena di Casalecchio di Reno se la vedrà con Trento nella semifinale di Coppa Italia. Appuntamento alle 18.