Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Ternana, tutti i numeri e i record del 2020

 laverone

Dal primo posto all'aimbattibilità passando per il miglior attacco d'Europa e la cooperativa del gol

Michele Fratto
  • a
  • a
  • a

Una prima parte di stagione da incorniciare per la Ternana. Il pareggio di domenica con la Turris non può e non deve minimizzare quanto fatto dalla formazione guidata da Cristiano Lucarelli in questi tre mesi. La piazza di Terni si era ormai abituata a roboanti vittorie e a una striscia di vittorie che sembrava non potesse avere mai fine. La striscia, invece, è terminata sotto i colpi di Pandolfi, verso i quali le Fere hanno risposto con carattere trascinati dalla doppietta di Falletti. I numeri sono lì, tutti da godere. Che siano sette, quattro o sei i punti di vantaggio sul Bari, in attesa del turno infrasettimanale di mercoledì dove la Ternana riposerà in virtù dell'esclusione del Trapani, i rossoverdi chiuderanno in qualsiasi caso il 2020 al primo posto del proprio girone. Primo posto costruito da imbattuta, vincendo praticamente su ogni campo e conquistando la bellezza di quaranta punti. Lontani sembrano i giorni dove la Ternana si barcamenava tra le prime posizioni, altalenando buone e cattive prestazioni. Ora la Ternana è padrona del proprio destino, forte di tre mesi dove ha mostrato all'intera Lega Pro che è la squadra da battere. Un'autentica macchina da gol che viaggia a una media di 2,50 punti a partita e capace di realizzare ben quarantuno reti, che le consegnano a oggi la palma di miglior attacco d’Europa. Numeri che potrebbero bastare a etichettare questi tre mesi come i migliori del recente passato, se non dell'intera storia della franchigia. Storia che la Ternana ha riscritto battendo dopo più di mezzo secolo il record di vittorie consecutive di Oreste Cioni e pareggiando quello “all time” della Lega Pro, condiviso con Cittadella e Reggina. Altro dato da lustrarsi gli occhi la creazione di una vera e propria cooperativa del gol. Da Mammarella a Proietti fino a Vantaggiato, sono ben sedici i calciatori rossoverdi che hanno griffato almeno una volta i tabellini delle partite disputate. L'operazione rivitalizzazione nei confronti dei senatori iniziata dallo staff tecnico ha trovato terreno fertile. E allora ecco le seconde giovinezze di Mammarella, Defendi e Vantaggiato, autentici totem capaci con il loro bagaglio di esperienza mista a qualità di prestazioni favolose. La coppia d’oro Falletti-Partipilo, tandem da diciassette gol, che ha mandato in tilt diversi reparti difensivi. E poi ancora la sorpresa Kontek, il ritorno di Palumbo e la difesa, seppur non impeccabile nell’ultima gara disputata, meno perforata del girone meridionale. Quindi no, il regalo di Natale non è rimasto nel cassetto. È sotto gli occhi di tutti dal ventisette settembre. Ora serve solo scartarlo e portarlo sotto braccio fino al venticinque aprile.