Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Paolo Rossi, caccia alla banda dei ladri sciacalli. Il figlio di Pablito: "Animali". Rubato un Rolex a cui il bomber teneva molto

Marianna Castelli
  • a
  • a
  • a

Sembra più definito il bottino dei ladri sciacalli del furto nella tenuta di Paolo Rossi, a Bucine (Arezzo), avvenuto mentre a Vicenza si stavano svolgendo i funerali del bomber. I banditi sono fuggiti portando via contanti per circa 150 euro, un orologio Rolex che apparteneva proprio a Pablito e a cui lui era molto legato, alcuni gioielli di non elevato valore. Occorrerà comunque attendere una ulteriore dettagliata verifica per capire se i ladri si sono appropriati di altro. Di sicuro non hanno potuto portare via i cimeli che erano conservati altrove proprio per evitare furti del genere. I carabinieri stanno portando avanti le indagini e pare chiaro che ad agire sia stata una banda organizzata e non un ladro occasionale. Durissima la reazione di Alessandro, figlio di Pablito: "Non posso definirle persone, sono animali", ha dichiarato a La Stampa parlando dei ladri. Federica Cappelletti, moglie del bomber, invece ha sottolineato che non sarà un episodio del genere a rovinare il grande fiume d'amore che il Paese ha dimostrato nei confronti del marito scomparso. Le indagini sul furto sono a cura dei carabinieri della compagnia di San Giovanni Valdarno: è caccia alla banda degli sciacalli senza cuore.