Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Argentina - Inghilterra, l'incredibile doppietta di Maradona. La sfida in Messico segnò la storia del calcio. Riviviamola su La7

Marianna Castelli
  • a
  • a
  • a

Stasera in tv, 30 novembre, su La7 alle ore 21.15, per ricordare Diego Armando Maradona viene riproposta Argentina - Inghilterra, la famosa partita dei mondiali in Messico. Telecronaca e commento di Riccardo Cucchi e Walter Veltroni. Era il 22 giugno 1986 ed erano i quarti di finale di un campionato del mondo che l'Argentina voleva assolutamente vincere. Anche per farsi perdonare quello che era accaduto nel 1982, quando nel secondo turno si era dovuta arrendere a una Italia di cui si riteneva più forte. Davanti la nazionale di Bilardo si ritrovò l'Inghilterra e il sapore di quella sfida cambiò completamente. Non solo perché tra le due nazionali di calcio c'è una eterna rivalità, ma perché era freschissima la guerra delle Falkland, Malvinas per gli argentini, quando il Regno Unito aveva inviato navi da guerra, un sottomarino nucleare e truppe di terra per riconquistare l'arcipelago che i generali argentini avevano voluto occupare militarmente. L'esercito inglese chiuse quella sfida militare in alcune settimane. La battaglia calcistica per Maradona e compagni rappresentava quasi una rivincita. 

Bilardo schierò un 3-5-2: Pumpido; Cuciuffo, Brown, Ruggeri; Giusti, Olarticoechea, Sergio Batista, Burruchaga, Enrique; Maradona, Valdano. E Robson rispose con un classico 4-4-2: Shilton; Stevens, Samson, Butcher, Fenwick; Hoddle, Reid, Steven, Hodge; Beardsley, Lineker. Ad arbitrare quella gara fu il tunisino Ali Bin Nasser, entrato nella storia. Sì, perché al 6' minuto della ripresa non si rese conto che Diego Armando Maradona l'aveva buttata dentro con la mano. Era stato abilissimo a mascherare la manata con un finto colpo di testa. Le inutili proteste inglesi non servirono, ma quattro minuti dopo il Pibe de Oro si fece perdonare mettendo a segno quello che viene considerato come uno dei gol più belli della storia dei mondiali: saltò mezza Inghilterra, arrivò davanti a Shilton e infilò il 2-0 che di fatto chiuse la partita.

Il gol di Lineker a poco meno di dieci minuti dalla fine non fu sufficiente per riaprire l'incontro, disputato davanti a 115mila spettatori. In semifinale l'Argentina si liberò con un secco 2-0 del Belgio: ancora una doppietta di Maradona nel secondo tempo. Poi la squadra di Bilardo vinse la complessa battaglia contro la Germania e alzò al cielo la seconda Coppa del Mondo della sua storia. La terza è ancora attesa.