Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Maradona, l'accusa del medico personale: "Morto in modo insolito, non è stato curato come si doveva, quanti errori"

Retroscena sul decesso del Pibe de oro

  • a
  • a
  • a

Piovono accuse sulla morte di Diego Armando Maradona  "Diego non è stato curato come si doveva" dice Alfredo Cahe, storico medico personale di Maradona, che ha seguito il Pibe de Oro per 33 anni. "È morto in modo insolito - ha raccontato in una intervista a Telefe senza usare mezzi termini - L’ho visto alla Clinica Olivos ma non sono riuscito ad entrare in contatto con lui perché stava dormendo le due volte in cui sono andato".

"Non solo Diego avrebbe dovuto restare nella clinica (dove era stato operato - ha detto, intervistato da Telefé - ma in un'area ampiamente specializzata, con una infrastruttura differente a quella di cui disponeva nella casa dove è morto, simile a quella che era a sua disposizione quando lo portammo a Cuba". 

 

 

"Mi è sembrato sbagliato dimetterlo, doveva restare in una struttura diversa, come quando lo abbiamo portato a Cuba, dove le cose sono state fatte molto bene - ha concluso - Con lui in casa doveva esserci un medico, per le condizioni in cui si trovava. E poi il controllo cardiovascolare non è stato fatto in maniera completa. Non so quanto tempo abbia impiegato il  medico ad arrivare con il defibrillatore: Diego non avrebbe dovuto trovarsi in quel posto, questo è ciò che penso."