Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Morto Maradona, tutti lo piangono. Sgarbi: "Come Caravaggio, inarrivabile". Berlusconi: "Straordinario avversario"

Valentino Rossi: "Ciao mago". Bolt: "Riposa in pace leggenda"

  • a
  • a
  • a

"Ciao Diego, mago de la pelota" scrive Valentino Rossi. L'amore per Diego Armando Maradona, scomparso oggi 25 novembre 2020 a causa di un arresto cardiocircolatorio, è planetario. Abbraccia tutti i campi: dal calcio, alla politica passando per tanti altri sportivi e - soprattutto - gente comune. "Maradona è stato per il calcio ciò che Caravaggio è stato per l’arte: inarrivabile" scrive Vittorio Sgarbi.

 

 

"Grande campione nella vita e straordinario avversario in campo. Con Maradona ci lascia un simbolo e una bandiera del calcio. Ne sono molto addolorato" tweetta invece Silvio Berlusconi. "Riposa in pace leggenda" lo ricorda Usain Bolt. "Maradona è stato geniale, irripetibile, magico, poetico. È il momento in cui ricordare le sue perle. In campo è stato il numero uno assoluto, poi non sta a noi commentare altre vicende" scrive Matteo Salvini.