Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Una famiglia perugina al via della Mille Miglia

famiglia brozzetti

Sandro Brozzetti e il figlio Filiberto: "E' un'emozione irrinunciabile"

  • a
  • a
  • a

Dieci e lode al perugino Sandro Brozzetti, che riporta la sua OM 665 SSMM del 1930 sulle strade della corsa più bella del mondo, per festeggiare la sua decima partecipazione alla Mille Miglia (1996, 1997 come navigatore, 2002, nel 2007 la prima con la OM, 2010, 2011, 2013,  2014, 2016). Al suo fianco il figlio Filiberto, per lui sarà la sesta volta. Un traguardo importante per il 71enne ingegnere meccanico a capo della sua azienda che opera nel settore petrolifero a Pescara, ma perugino doc, come ama definirsi. Ha lasciato l’Umbria nel 1976 per trasferirsi nel capoluogo abruzzese e non l’ha più lasciato, ma “…sono legatissimo alla mia terra, a Perugia, dove ho tanti amici”. Amici che seguiranno di sicuro con attenzione le gesta di Sandro e del figlio Filiberto, 30 anni laureato in legge e consulente legale di un componente del Garante della privacy, anche se quest’anno la “Freccia Rossa”, come è conosciuta la corsa nata nel 1927, non toccherà l’Umbria, ma la sfiorerà  a Fabriano e sabato a Siena, quando si fermerà per la pausa pranzo. “Peccato che quest’anno non si passi per l’Umbria, ma era importante esserci”, sottolinea Brozzetti, “E’ un anno particolare segnato dalla pandemia da coronavirus e fino a pochi giorni fa eravamo in ansia, visto che c’era il rischio di non partire. Per fortuna si corre ed è importante anche per dare un ulteriore messaggio di speranza”. La Mille Miglia 2020, è la trentottesima edizione della rievocazione storica della corsa disputata dal 1927 al 1957. Ora è una gara di regolarità, ma bisogna comunque pigiare sull’acceleratore se si vuole rientrare nei tempi. E allora su i motori. La Mille Miglia 2020 ha preso il via giovedì da Brescia per arrivare a Cervia - Milano Marittima. Venerdì, partenza dalla Romagna per Roma. Da Roma, sabato, si parte per Parma e poi domenica la Parma-Brescia. Ai nastri di partenza 400 vetture e fra queste, naturalmente, la OM 665 Super Sport Mille Miglia del 1930 della famiglia Brozzetti. “La Mille Miglia è una passione”, ama ripetere Sandro,  “un’emozione irrinunciabile”.