Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Lakers troppo forti, Miami ko in gara1: Davis e LeBron dettano legge. Gli Heat perdono Dragic e Adebayo | VIDEO SKY

  • a
  • a
  • a

I Los Angeles Lakers superano con il netto punteggio di 116-98 i Miami Heat in gara1 delle finali Nba. Il match dura in pratica soltanto due quarti, giusto il tempo per i californiani di prendere le misure agli avversari che partono forte, si portano sul +13 in soli otto minuti e poi vengono letteralmente spazzati via dal campo dall’esperienza della squadra di Los Angeles che colpisce a ripetizione dall’arco e si affida sotto canestro a un gigantesco Anthony Davis.

 

 

I gialloviola segnano 11 triple su 17 tentativi prima dell’intervallo lungo, conquistando così 17 lunghezze di margine diventate poi anche 30 nella ripresa, quando sul parquet non torna Goran Dragic - uscito a seguito di un colpo lieve al piede sinistro da parte di Rajon Rondo - e con Bam Adebayo che rientra presto negli spogliatoi a causa di un problema alla spalla (e anche al polso già dolorante). Resta sul parquet a lottare il solo Jimmy Butler, ma la partita perde totalmente di senso e intensità negli ultimi 20 minuti, quando le percentuali al tiro dei Lakers si sporcano e rendono il parziale meno pesante per Miami - che non torna però mai realmente in corsa per la vittoria. Alla sirena finale sono 34 punti, 9 rimbalzi e 5 assist per Davis, a cui si aggiungono i 25 punti, 13 rimbalzi e 9 assist di LeBron James (che cerca fino all’ultimo invano la tripla doppia). Dall’altra parte il miglior realizzatore è Jimmy Butler con i suoi 23 punti, 18 in uscita dalla panchina per Kendrick Nunn - arrivati tutti quando la gara era ormai ampiamente finita