Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Fred Morini in Nazionale: si prende cura dei muscoli di Nibali a caccia del Mondiale

L'ennesima sfida dell'ex ciclista professionista: ha superato una paraparesi alle gambe e un tumore allo stomaco. Ora fa il massiofisioterapista

Nicola Uras
  • a
  • a
  • a

C'è anche un pezzo di Umbria nella Nazionale italiana di ciclismo su strada che in questo weekend darà l'assalto al Mondiale sul percorso di Imola. Federico "Fred" Morini - 44 anni originario di Selci Lama e da poco residente a Sansepolcro - infatti fa parte dello staff che in queste ore si sta prendendo cura degli azzurri. Dopo l'esperienza con i ragazzi della pista infatti è arrivata la chiamata del ct Cassani per inserirlo nel proprio staff: Fred infatti è diventato un apprezzato massiofisioterapista, ennesima tappa di una vita affrontata sempre con grinta e passione per la bicicletta. Fred, così lo chiamano gli amici, ha avuto un passato importante da ciclista dilettante con tante vittorie che gli sono valse il passaggio tra i professionisti. Dopo la vittoria in una tappa del Giro dell'Austria 2001 con la maglia della Gerolsteiner, il terribile infortunio in allenamento: una caduta sulla strada della Montesca gli provoca uno shock midollare e la paraparesi degli arti inferiori. La carriera - aveva appena firmato il rinnovo contrattuale - si interrompe così, ma lui non molla. Diventa giornalista, scrive un libro sulla sua storia, fa il commentatore di Eurosport, lavora nel marketing e nella comunicazione della Bianchi. 

 

Poi una seconda caduta, dalla sedia mentre lavorava, gli fa temere di nuovo la paraparesi. Riesce a tornare in sella, da Milano a Stoccolma, per una pedalata benefica, si laurea in psicologia, diventa massofisioterapista e osteopata, apre due centri  in provincia di Perugia e riesce a mettersi alle spalle anche un tumore allo stomaco scoperto mentre si stava preparando all'impiantazione del pacemaker alla colonna vertebrale. In tutto ciò ha trovato la forza per correre anche la maratona di New York. Un autentico eroe moderno. Ora la nuova avventura nel ciclismo: si prenderà cura dei muscoli di Nibali e compagni.