Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Tennis, US Open, clamoroso: Djokovic squalificato. Colpisce giudice con la pallina | Video

  • a
  • a
  • a

Clamoroso agli Us Open di tennis, a New York: la testa di serie numero 1 Novak Djokovic è stata squalificata negli ottavi di finale dopo aver colpito accidentalmente un giudice di linea con una pallina da tennis.

 

 

È stato un epilogo incredibile per il serbo, numero 1 del Mondo. Djokovic aveva appena perso un game contro il suo avversario, lo spagnolo Pablo Carreno Busta, per finire sotto 6-5 nel primo set. Mentre si è avvicinato alla linea laterale per il cambio campo, Djokovic ha schiaffeggiato una palla dietro di lui, colpendo un giudice di linea donna, che è caduta in ginocchio a fondo campo. Dopo una discussione di diversi minuti con i giudici del torneo, Djokovic si è avvicinato per stringere la mano a Carreno Busta perché squalificato.

Chiaramente Djokovic non aveva alcuna intenzione di colpire il giudice di linea, c'era infatti la preoccupazione dipinta sul suo volto non appena si è reso conto di quello che era successo. Ma le regole sono chiare: i giocatori che colpiscono una palla per la rabbia ed entrano in contatto con un arbitro in campo sono oggetto di pesanti sanzioni, fino alla squalifica.

 

 

Il campione serbo si era innervosito nei minuti precedenti per aver aveva sprecato tre break point consecutivi nel game pracedente e dopo l'ultimo, vinto da Carreno Busta con una palla corta, Djokovic aveva già scagliato una palla contro un cartello pubblicitario a bordo campo. Poi, al secondo punto del game successivo è inciampato mentre inseguiva un colpo ed è caduto a terra, tenendosi la spalla sinistra. Il gioco è stato ritardato per alcuni minuti mentre un massaggiatore controllava la spalla del serbo. Alla ripresa del gioco, Carreno Busta ha strappato il servizio a Djokovic ed è stato allora che il numero 1 del Mondo si è messo nei guai da solo. La sua squalifica significa che per la prima volta dal 2014 il vincitore di questi Us Open conquisterà la sua prima prova del Grande Slam in carriera.