Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Tiro a volo, Emir Cup 2020: tutti i vincitori

A Massa Martana che sfide nello Skeet e nella Fossa Olimpica!

  • a
  • a
  • a

Anche il secondo capitolo dell’Emir Cup 2020 ha i suoi campioni. La sesta edizione della manifestazione nata dalla collaborazione tra l’impianto umbro e l’ambasciata del Kuwait in Italia per celebrare la vicinanza tra il Paese del Golfo Persico e la Federazione Italiana Tiro a Volo e intitolata a Sua Altezza l’Emiro Sheik Al-Ahmad Al-Jaber Al-Sabah non ha mancato di regalare grandi emozioni.

Nella Fossa Olimpica è stato Diego Valeri a meritarsi l’oro nella classifica riservata ai tiratori con esperienza internazionale nelle gare ISSF. Il giovane portacolori delle Fiamme Oro di Artena (RM) ha dominato il confronto con l’avversario Stefano Pennoni di Umbertide (PG), di casa sulle pedane del Tav Umbriaverde che ha ospitato la gara, regolandolo con un netto 45/50 a 40/50 e costringendolo alla piazza d’onore. Sul podio per il bronzo è salito anche il romano Valerio Vallifuoco con lo score di 35/40.

Bottino delle Fiamme Oro anche nella Fossa Olimpica Femminile. A sollevare il trofeo è stata Valeria Raffaelli, poliziotta di Sambruson di Dolo (VE), prima nella classifica delle Ladies con 41/50 davanti alla milanese Alessandra Della Valle di Solaro (MI), d’argento con 40/50, ed alla sanmarinese Alessandra Perilli, sempre presente in questa kermesse internazionale, bronzo con 29/40.

Tutto italiano il primato nelle classifiche a squadre con l’oro maschile centrato dal terzetto Fioravanti, Valeri e Petroni con il totale di 359/375 e con quello femminile conquistato da Sessa, Paganin e Rossi con lo score di 336/375.

Complimenti anche a Piergiuseppe Gaggioli, primo tra gli Junior Maschili, a Martina Tonini, prima tra le Junior Femminili, a Franco Felici, oro tra i No ID (Ovvero i tiratori senza esperienza internazionale) ed a Daniele Parrettini e Giancarlo Cicala che hanno conquistato l’oro del Para-Trap, rispettivamente sitting e standing.

Passando allo Skeet, a mettersi al collo la medaglia d’oro della classifica più prestigiosa, ovvero quella dei tiratori con esperienza internazionale, è stato Matteo Chiti, pistoiese portacolori del Gruppo Sportivo dei Carabinieri. Per arrivare alla vetta del podio il toscano si è dovuto confrontare con un tiratore d’esperienza come il poliziotto campano Giancarlo Tazza, riuscendo ad averne ragione con l’ottimo punteggio di 58/60 a 57/60. A completare il podio ci ha pensato Cristian Ciccotti (Carabinieri) di Roma, medaglia di bronzo con 46/50.

Prima sul podio femminile la vicentina Martina Maruzzo (Fiamme Oro) che nella finale ha avuto ragione con 51/60 a 46/50 della romana Chiara Costa, in gara in rappresentanza del Senegal (doppia nazionalità, ndr). Medaglia di bronzo per Daniela Marconi di Camerano (AN).

Anche nel caso della specialità del pull e mark le medaglia a squadre sono state entrambe appannaggio delle squadre italiane, al maschile grazie a Chiti, Moscariello e Ciccotti ed al femminile grazie a longhi, Paolacci e Bongini.

Da oro anche le prestazioni di Marco Coco tra gli Junior Maschili, di Giulia Basso tra le Junior Femminili, e di Alessio Bagnato tra i No ID, ovvero i tiratori senza esperienza internazionale.

Domani le pedane del Tav Umbriaverde saranno completamente a disposizione degli specialisti di Fossa Olimpica impegnati negli allenamenti liberi prima delle gare del XII Memorial “Nando Rossi”, in programma da venerdì a domenica.