Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Fondacci confermato direttore del Gran premio d'Italia di F1

default_image

Luca Mercadini
  • a
  • a
  • a

Da due anni è direttore di gara al Gran Premio d'Italia di Formula 1, da tempo ufficiale di corsa internazionale, dirige dal 1998 il circuito di Misano. La rivista specializzata “Via” (edita dall'automobil club di Milano) gli ha dedicato una pagina intera parlando del futuro della pista di Monza e dell'automobilismo in genere. Fabrizio Fondacci, eugubino, è sul ponte di comando della più importante tra le gare automobilistiche italiane e mondiali. “Una grande soddisfazione - ammette - dopo aver già collaborato in Formula 1 ai tempi del Gran Premio di Imola. Del resto la mia esperienza a Monza è iniziata 10 anni fa quando dirigevo alcuni campionati italiani ed ero componente del team di direzione con Galbiati e Marzani a comandare. L'esperienza con loro è stata determinate per la mia carriera con la prima direzione che è arrivata qualche anno dopo con “Le Mans series”. Di certo posso dire - continua Fondacci - che è più semplice dirigere una gara di Formula 1 che altre manifestazioni. I piloti professionisti sanno già tutto e hanno bisogno di ben poche spiegazioni, nelle altre gare è invece molto importante informarli soprattutto sulle caratteristiche di Monza, una pista particolare con tratti veloci e lenti, lunghi rettilinei e curve cieche all'interno di un parco dove l'umidità può essere molto elevata. Importante è avere un team affidabile e qualificato di commissari di campo, fondamentali per affrontare e risolvere velocemente qualsiasi situazione critica. Poi è chiaro - continua - conta molto anche l'esperienza del direttore. Nel mio caso personale posso dire che dirigere almeno una quarantina di corse all'anno (in diverse specialità: circuito , rally, salite ,rallycross), anche all'estero non può che essermi utile, perché non fa altro che arricchire il bagaglio di conoscenze in mio possesso”