Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+
In evidenza

Il male oscuro di Ilicic uscito a pezzi dal lockdown: si è rifugiato in Slovenia

Josip Ilicic festeggiato da Papu Gomez

Sara Nucoli
  • a
  • a
  • a

Il male oscuro di Josip Ilicic, uscito a pezzi dal lockdown: ora non gioca più. Il centrocampista offensiva dell'Atalanta, autore sino allo stop per il Coronavirus di una stagione straordinaria (21 gol in 34 partite tra tutte le competizioni) è sparito dalle liste dei convocati e si trova nella "sua" Slovenia.  

L’Atalanta che trionfa nella notte di Valencia e scolpisce il suo nome nell’élite della Champions, lui che segna quattro gol, dribbling, serpentine, estasi tecnico sportiva, le suggestioni di Pallone d’oro. L’epicentro della pandemia, il conteggio dei morti, il suono delle sirene, i camion dei soldati che di notte trasportano le bare via da Bergamo. Forse è stato troppo. Troppo tutto assieme e troppo velocemente racconta il Corriere della Sera. Così quando il pallone ha ricominciato a rotolare e quando tutti parlavano di ritorno alla vita Ilicic è sparito. Ora il ritorno in patira per provare a ritrovare la serenità perduta. Non giocherà la Champions ad agosto e c'è chi dice che potrebbe anche non tornare più in Italia. Nessun problema familiare, ma la pandemia ha aperto vecchie ferite nel suo cuore: lui atleta che ha conosciuto la guerra dei Balcani.