Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Porsche Club GT, a Monza il perugino Locanto vince nella categoria Goodyear

Cambiano gli equilibri nelle classifiche del nuovo monomarca di time attack: una domenica mozzafiato a colpi di giri veloci sulle 911 da corsa e stradali

  • a
  • a
  • a

Si fanno roventi le supersfide del Porsche Club GT, il cui secondo round 2020 è andato in scena rivoluzionando
classifiche e forze in campo all'Autodromo Nazionale di Monza. In una domenica molto calda e nel rispetto delle
normative sportivo-sanitarie, il monomarca nazionale di time attack ha vissuto una tappa cruciale nel “tempio
della velocità”, scenario ideale per la continua ricerca del limite che ha permesso a diversi protagonisti di
ribaltare gli equilibri della specialità che premia il giro più veloce. Sul circuito brianzolo sono tornate in azione
le 4 categorie della nuova serie riconosciuta da ACI Sport con protagoniste le 911 da corsa e stradali. E sono
fioccati i duelli sul filo dei centesimi di secondo: “Siamo davvero contenti per come il campionato si sta
sviluppando. Qui a Monza si sono rivoluzionati gli equilibri e abbiamo vissuto molte sorprese. I podi, così come
le classifiche, hanno cambiato volto e tutto è in gioco: è un bel segnale per il Porsche Club GT in vista del terzo
round a Imola il 13 settembre”, ha dichiarato Diego Locanto, pilota e presidente del Porsche Club Umbria
promotore della serie che ha raggiunto quota 44 iscritti. A far festa sul podio di Monza sono stati soprattutto i
quattro vincitori di giornata: lo stesso Locanto nella categoria Goodyear GT3 RS, i piloti milanesi Ivan
Costacurta nella D-Factory Cup e Andrea Giorgi nella Panta GT3 e il ravennate Carlo Manetti nella
Paddock GT.