Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Milan, cambio di programma: Pioli confermato, Rangnick resta in Germania. E Ibrahimovic...

Giuseppe Silvestri
  • a
  • a
  • a

Stefano Pioli resta alla guida del Milan per i prossimi due anni. Accade tutto al termine della partita contro il Sassuolo, vinta dai rossoneri per 1-2 con doppietta di Ibrahimovic. Sui siti tedeschi inizia a rimbalzare la notizia che Ralf Rangnick non arriverà in rossonero e poco dopo è proprio il club ad ufficializzare la conferma di Pioli: "Ac Milan - si legge nel comunicato - annuncia di aver raggiunto un accordo con Stefano Pioli per l’estensione di due anni del suo contratto come allenatore della prima squadra maschile, che pertanto scadrà a fine giugno 2022". La società rossonera spiega che "Stefano è approdato alla guida tecnica del Milan nell'ottobre 2019 con un accordo fino al termine della stagione. Ha saputo gestire brillantemente sia il blocco dovuto alla pandemia da Covid-19 che il riavvio della stagione in corso, con un approccio concreto e positivo, facendo crescere tutta la squadra". 

 

Rangnick nel frattempo dirama una sua nota con cui comunica la marcia indietro: "Il Milan e io riteniamo, di comune accordo, che non è il momento giusto per una collaborazione. Tenendo conto della buona evoluzione dei risultati sotto la guida di Pioli, abbiamo deciso insieme che non assumerò alcuna funzione al Milan". Ovviamente alle stelle l'allenatore confermato: "Sono felice e orgoglioso. Siamo all’inizio di un percorso straordinario. Se continuiamo a lavorare in questo modo, cresceremo ancora e saremo sempre più competitivi". Anche l'ad Ivan Gazidis esalta la scelta, sostenendo che Pioli "ha dimostrato di essere in grado di offrire quella visione del calcio che pensiamo e vogliamo per il club, un calcio entusiasmante, moderno e appassionato". E in tutto questo Zlatan Ibrahimovic che sicuramente è stato l'arma decisiva di Pioli, che fine farà? Decisione rimandata a fine campionato, come conferma il diesse Frederic Massara: "Ci troveremo al termine della stagione. Ci confronteremo e vedremo ce ci sono i presupposti per proseguire".

[email protected]