Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Serie B, Cosenza-Perugia 2-1: incubo play out. Squadra in ritiro. Cosmi: "Io il vero fallimento"

Nicola Uras
  • a
  • a
  • a

Ora la classifica fa davvero paura. La sconfitta con il Cosenza (2-1), la terza nelle ultime quattro partite, la nona della gestione Cosmi (quindicesima stagionale), fa ulteriormente precipitare il Perugia. Anche perché i grifoni sembrano nuovamente tornati dentro il tunnel delle cinque sconfitte consecutive pre Covid. Il Grifo è partito a handicap, distratto, poco concentrato, ha subito il gol dopo appena 12’ e ha faticato per rientrare “dentro” la partita. Quando c’è riuscito non ha avuto le idee e la lucidità per far male a una difesa, quella del Cosenza, tutt’altro che irresistibile. A segno Bruccini su dormita dei grifoni sugli sviluppi di un angolo, poi Baez in contropiede. Inutile il ritorno al gol di Falcinelli dopo il lungo digiuno. Il Perugia resta artefice del proprio destino, ma la sensazione è che così è difficile evitare la caduta libera. La società a fine partita, sul proprio sito internet, ha comunicato che da domani la squadra andrà in ritiro a Roccaporena. Durissimo nel post partita il tecnico Serse Cosmi: "Non mi aspettavo questa prestazione. La classifica è pericolosissima. Sono io il vero fallimento in questa situazione e unico responsabile. Perché questa squadra ha poco o niente di quello che vorrei... Evidentemente non riesco a trasmettere quello che voglio”.