Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Play off Lega Pro, Salzano gol: la Ternana passa a Monopoli

Rete del centrocampista a inizio ripresa, i rossoverdi al secondo turno della fase nazionale

Michele Fratto
  • a
  • a
  • a

E l’impresa è compiuta. Contro tutti i pronostici la Ternana espugna Monopoli grazie alla zampata vincente di Salzano e supera l’ennesimo turno dei playoff. Ora sotto con le seconde classificate. Le due squadre scendono sul prato del Veneziani, e i dubbi scaturiti dalle frasi misteriose di mister Gallo alla viglia vengono sciolti. Dentro Palumbo, principale argomento di giornata, fuori Mammarella per Celli sull’out di sinistra. Mentre tutti aspettano la formazione di mister Gallo, la vera sorpresa della gara arriva dagli undici di Scienza: Cuppone prende il posto di Jefferson, assente pesante tra i convocati pugliesi che va a sedersi sui seggiolini in tribuna, mentre Tricarico viene preferito sia a Tazzer che ad Hadziosmanovic come quinto di centrocampo. I primi minuti delineano subito il leitmotiv del match: Defendi e Furlan spingono per tenere bassi Donnarumma e Tricarico, Cuppone e Fella provano a duettare veloce per prendere in velocità Diakité e Bergamelli. In barba a tutte le supposizioni sulle tenute atletiche alla vigilia, per il Monopoli primo appuntamento dalla ripresa terzo per i rossoverdi stavolta in terra pugliese, il ritmo in campo è elevato. Qualche errore di troppo, inusuale, di Salzano e Palumbo, bellissimo il duello rusticano tutto velocità tra Donnarumma e Defendi, quest’ultimo ammonito da un severo Gariglio in occasione proprio di uno scontro che sa di categoria superiore. Però, come prevedibile, la spinta del Monopoli scema con l’andare dei minuti e la Ternana inizia a manovrare alzando il baricentro nel tentativo di innestare qualche marcia alta con Palumbo e Furlan. Non a caso il primo vero squillo del match se lo crea Ferrante, bravo a liberarsi di De Franco con un sinistro che sibila alla destra di Menegatti. Unico brivido per la retrovia rossoverde con Cuppone, lanciato in contropiede ma fermato al limite dell’area da un sontuoso Diakité, migliore del pacchetto arretrato nella prima frazione di gioco. Nessun minuti di recupero e squadre negli spogliatoi. Ed eccola scendere sul prato di Monopoli la fame di vittoria che Gallo chiedeva. Palumbo crossa in area da una punizione conquistata in maniera magistrale da Furlan, rinvio sbilenco di Donnarumma e Salzano supera Menegatti. Tutta la panchina vola in campo a festeggiare. Diakité e Paghera, ammoniti da un Gariglio dal cartellino facile, continuano a lottare e a contrastare le scorribande degli uomini di Scienza, che prova a correre subito ai ripari con l’ex Salvemini e Tazzer. La riposta di Gallo è il duo Verna-Partipilo per Paghera e Defendi. La Ternana, però, non esce dal campo dal punto di vista mentale, mostrando una peculiarità necessaria sopratutto in gare dal tasso agonismo alto come quella del Veneziani. I minuti scorrono incessanti. Triplice fischio. La corsa verso la B continua.