Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Tennis, Assoluti italiani di Todi: Sonego e Cocciaretto avanti col brivido

Hanno rischiato di uscire subito due tra i grandi favoriti in campo maschile e femminile

  • a
  • a
  • a

Inizio in salita per i big ai Campionati Italiani Assoluti. Sul Campo Centrale del Tennis Club Todi 1971 hanno rischiato di uscire all’esordio prima Elisabetta Cocciaretto, testa di serie numero 3 del tabellone principale femminile, poi Lorenzo Sonego, strafavorito nel maschile.


Sonego: “Pellegrino vale la top 100” - Il numero 46 ATP ha annullato 3 match point ad Andrea Pellegrino, vincendo 7-6 2-6 11/9 in oltre 2 ore e mezza di gioco: “Sapevo che sarebbe stata una partita difficile, ho affrontato un avversario molto forte. Onestamente non mi stupirei se un giorno entrasse nella top 100 del ranking ATP: ha i colpi per fare questo salto”. “Era importante lottare - ha proseguito Sonego - e credo di esserci riuscito, nonostante non abbia disputato un incontro straordinario. L’atteggiamento è una mia priorità ogni volta che scendo in campo: se dall’inizio alla fine mantengo quello giusto, una volta terminato il match sono felice in ogni caso. Prendiamo e teniamoci strette le cose positive”. Strepitosa performance di Federico Arnaboldi: il cuginetto di Andrea ha eliminato Luca Nardi con il punteggio di 7-6 6-4 esprimendo un tennis meraviglioso. Approdano ai quarti di finale Giovanni Fonio e Lorenzo Giustino.

Cocciaretto: “L’esordio è sempre complicato” - Con il brivido, come detto, anche Elisabetta Cocciaretto, giustiziera di Camilla Scala con lo score di 3-6 6-3 10/4: “Il lockdown c’è stato per tutti. Da una parte è normale fare fatica, dall’altra mi assumo le mie responsabilità: mi ero posta l’obiettivo di entrare in campo per fare quello che so e non ci sono riuscita. Per fortuna dopo il primo set ho rialzato la testa e ho completato la rimonta. La prima partita è sempre la più complicata, in tutti i tornei, spero di partire meglio sin dal prossimo incontro da tutti i punti di vista”. Bene Camilla Rosatello e Lucia Bronzetti, che hanno fatto fuori rispettivamente Martina Caregaro e Melania Delai. Superano le qualificazioni Nuria Brancaccio e Nicole Fossa Huergo.