Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

No al minuto di raccoglimento per Magi: arrivano le scuse

Tommaso Ricci
  • a
  • a
  • a

In relazione all'episodio verificatosi nella gara Agello-MdL San Secondo, recupero del campionato di Promozione A finito 1-0, in cui non è stato autorizzato il minuto di raccoglimento in memoria del consigliere del Cru e presidente onorario della società ospite, Mauro Magi, oggi sono arrivate le scuse ufficiali da parte dell'arbitro Chiaraluce e del presidente del Cra, Luca Fiorucci. Ricordiamo che, al termine del match, i presidenti dei due club, Mezzasoma e Pescari, hanno diramato un comunicato stampa in cui si sono detti “rammaricati per la scelta del direttore di gara di non ricordare la figura di Mauro Magi”. Non va dimenticato nemmeno il gesto di sportività e ospitalità dell'Agello che ha voluto ricordare Mauro Magi donando un mazzo di fiori alla moglie. ARBITRO RAMMARICATO -  “A nome mio e degli assistenti che con me hanno diretto la gara Agello-MdL San Secondo - ha dichiarato l'arbitro finito nel vortice della polemica - , valida come recupero del campionato di Promozione girone A, desidero esprimere il mio più profondo rammarico per l'episodio occorso. Le mie più sentite scuse vanno alla famiglia Magi e ai tesserati della società MdL San Secondo.”. FIORUCCI DISPIACIUTO  “Con estremo dispiacere esprimo solidarietà alla società MdL San Secondo ed ai familiari di Mauro Magi per quanto accaduto - fa sapere il numero uno dei fischietti della nostra regione -. L'episodio è frutto di un deprecabile disguido, il che comunque non vuole rappresentare una giustificazione a quello che è accaduto. Colgo l'occasione per ricordare lo spessore umano di Mauro, uomo di sport e punto di riferimento del comprensorio Altotiberino”. E il caso e le polemiche sembrano potersi chiudere qui.