Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Morto Mario Corso. Mitico il suo mancino "a foglia morta", vinse tutto con l'Inter

Nicola Uras
  • a
  • a
  • a

Morto Mario Corso, pilastro della Grande Inter di Helenio Herrera. Da giorni era ricoverato in ospedale. Aveva 78 anni. Nerazzurro dal 1957 al 1973, con il piede sinistro disegnava parabole uniche: celebri le sue punizioni "a foglia morta". Con l'Inter disputò 502 partite e segnò 94 gol, vincendo 4 volte lo Scudetto, 2 la Coppe dei Campioni e 2 la Coppa Intercontinentale. Chiuse poi la sua carriera con un biennio al Genoa, mentre ebbe poca fortuna in Nazionale. Si cimentò da tecnico (vinse un campionato Primavera con il Napoli e la C2 con il Mantova), rimase sempre vicinissimo all'Inter. ”Era il mio preferito della Grande Inter, ma anche mio padre lo adorava, e lui rimase sempre vicino alla nostra famiglia...” lo ha cosi ricordato Massimo Moratti.