Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Il Gubbio rischia di perdere il baby d'oro Tavernelli

Il gol di Tavernelli (Foto Simone Grilli)

Il giocatore: "Nessuno si è fatto più sentire"

Euro Grilli
  • a
  • a
  • a

 L’incontro con il direttore sportivo Giammarioli, poi quello con l’allenatore Torrente, la definizione della programmazione per la prossima stagione e quindi la lista di chi parte e si chi resta. Entra nel vivo la nuova avventura che vedrà il Gubbio recitare un ruolo da protagonista, così come vuole il presidente Notari, nel prossimo campionato di Serie C. E c’è già qualche patata bollente in pentola.

L’attaccante Camillo Tavernelli, classe 1999 da Città di Castello, tra i migliori under interpreti del ruolo di tutti e tre i giorni della terza serie calcistica nazionale è nel mirino di almeno cinque grossi club della Lega Pro e a Gubbio il contratto è scaduto. Per cui è reale il rischio che possa partire a parametro zero. Il procuratore del calciatore, l’ex terzino rossoblù Osvaldo Mannucci qualche giorno fa sosteneva di aver avuto un colloquio con la società diversi mesi fa. Cosa questa confermata dal presidente Notari: “Tra me e Mannucci c’è una parola spesa”. Nel calcio però servono fogli scritti, firmati e controfirmati. . Va sistemata e il ds Giammarioli ha il compito di mettere le cose a posto, se questo ovviamente sarà possibile. Se cioè non ci sono in itinere già progetti diversi. Tavernelli è al mare a Follonica insieme alla fidanzata.

“Resto a Gubbio? Non so risponderti in questo tempo - dice il calciatore - non sento il mio procuratore già da un po’. Sono tornato al “Barbetti” a riprendere la mia roba ma non ho avuto contatti con la società, ho semplicemente salutato il magazziniere Pozzolini”.

Serie C per Serie C preferirebbe sempre Gubbio?

“Nei quattro anni in rossoblù sono stato benissimo, Gubbio per me è una seconda casa, ce l’ho a mezz’ora di distanza e, ripeto, per me è un ambiente che ritengo carico di positività. Ma sono in scadenza, non sento il mio procuratore da tempo anche se mi fido ciecamente di lui che mi ha detto di avere programmi per me e di stare tranquillo”.