Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Da Rio tre medaglie umbre, Ignozza: "Regione fucina di talenti"

Zaytsev con Santarelli

Roberto Minelli
  • a
  • a
  • a

È ormai calato il sipario sulla 31esima edizione dei giochi olimpici estivi e nel medagliere tricolore c'è anche un po' di Umbria. Il cuore verde d'Italia a Rio 2016 ha saputo esprimere tutte le professionalità provenienti dal mondo dello sport, non solo in termini di atleti presenti ma anche di tecnici, dirigenti, personale sanitario e giornalistico. Dei quattro atleti arrivati a Rio  - Diana Bacosi, Laura Giombini, Andrea Santarelli e Ivan Zaytsev – ben 3 sono arrivati sul podio: medaglia d'oro per Diana Bacosi con il tiro a volo; argento di Andrea Santarelli nella spada a squadre e la medaglia di argento conquistata nella finale di pallavolo contro il Brasile da Ivan Zaytsev. "Orgoglioso di questi risultati - ha sottolineato il presidente del Coni Umbria Domenico Ignozza - che dimostrano ancora una volta la capacità del nostro territorio di essere fucina di grandi atleti e le imprese che abbiamo visto compiere sui campi gara di Rio de Janeiro dai nostri rappresentanti ci fanno sicuramente ben sperare anche per il futuro. Ad oggi intanto possiamo tranquillamente affermare che l'Umbria nonostante le sue ridotte dimensioni geografiche è tra le prime regioni d'Italia per espressione di talenti nel mondo dello sport".